1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Polizia Locale in Cattedrale per celebrare il Patrono San Sebastiano

Alle 10:00 di questa mattina, nella Cripta del Duomo, la Messa officiata dal Parroco di Santa Maria Assunta, don Bassano UggĂ© e a cui hanno presenziato una rappresentanza del corpo, con il suo labaro, e di Avul, l’associazione Vigili Urbani di Lodi di cui fanno parte gli agenti in quiescenza

Celebrata alle 10:00 di questa mattina, 20 gennaio, la Messa nella Cripta della Cattedrale di Lodi nella ricorrenza di San Sebastiano, Santo Patrono della Polizia Locale, officiata dal Parroco di Santa Maria Assunta, don Bassano Uggé, e a cui ha presenziato una rappresentanza del corpo di Polizia Locale di Lodi con il suo labaro, un tempo vessillo imperiale o stendardo di città, costituito da un'asta trasversale da cui pendeva un drappo, e oggi insegna di enti, associazioni e categorie sociali, pubbliche e professionali.

Alla cerimonia ha presenziato anche l’Avul, l’associazione Vigili Urbani di Lodi di cui fanno parte gli agenti in quiescenza, con una propria delegazione. Al termine della celebrazione, sul sagrato del Duomo sono stati benedetti i veicoli in uso al corpo.

La spiegazione della scelta di San Sebastiano, Patrono dei Vigili Urbani d’Italia, fa riferimento al Breve Pontificio del 3 maggio 1957 con il quale Pio XII ha formalmente proclamato il santo martire “custode di tutti i preposti all’ordine pubblico che in Italia sono chiamati “vigili urbani”.

Il Breve Pontificio, in particolare, recita: “Tra gli illustri martiri di Cristo, i militari occupano un posto di primissimo piano presso i fedeli, per la loro peculiare religiositĂ  e per l’ardente impegno a compimento del dovere. Tra questi brilla San Sebastiano che, come viene riferito dalla tradizione, durante l’impero di Diocleziano fu comandante della coorte pretoriana e fu onorato con grandissima devozione. A lui come Patrono si consacrano molte associazioni sia militari che civili attratte dal suo esempio e dalle virtĂč cristiane“.

Senza dubbio l’attività militare “cittadina” di San Sebastiano svolta al pari con quella cristiana a favore dei sofferenti ha fatto si che venisse scelto come patrono della Polizia Municipale.