1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

SMISURANZA Lessico Seicentesco

Anais Chen, violino e viola tenore

Chiara Granata, arpa doppia


Smisuranza è una parola che non si usa più nella lingua italiana. La si trova in un dizionario seicentesco, dove la maggior parte dei termini vengono spiegati attraverso frasi poetiche che rendono i significati molto più ampi di quanto avvenga nella lingua d’uso. Alcune parole vengono riportate agli spettatori per stimolarne la fantasia all’ascolto dei brani, una collezione preziosa di stupefacente musica seicentesca concepita per strumento solista ci fa riflettere sul significato del nostro linguaggio oggi.

 

Concerto

 

Programma

A. Virgiliano (fine Cinquecento?)
Ricercata sopra “Vestiva i colli” per soprano solo, Capriccio: val pensiero, fantasia, ghiribìzzo, invenzione (...) Onde noi veggiamo in ogni professione, e arte, fuori de' precetti ordinarj, spesse volte di nuovi capricci, e di bizzarre fantasie.

C. de Rore (ca. 1515-1565)
Madrigale “Io canterei d'amor” con diminuzioni improvvisate, Cantare: mandar fuor misuratamente la voce, propria dell'huomo, e si dice ancor degli uccelli.

G. P. da Palestrina (circa 1525 - 1594)
Madrigale “Pulchra es amica mea” con diminuzioni improvvisate, Madrigale: poesia lirica breve, e non soggetta ad ordine di rime. Cotanto che dicea, lo dicea con molte scosse, come se dicesse un madrigale.

A. Maione (ca.1565-1627)
Recercar sopra il canto fermo di Costanzo Festa & per sonar all’arpa, Godere: pigliarsi gusto e diletto di quello che si possiede, Del presente mi godo, meglio aspetto.

G. Frescobaldi (1583-1643)
Toccata per spinettina sola over liuto

B. Marini (1594-1663)
Sonata terza variata per violino solo e basso continuo op.8, Smisuranza: non potendo elle contenere la smisuranza di tanta chiarità (Greg.Magno), Smisurato: senza misura, sterminato, eccessivo. Smisuratamente:senza misura, senza termine (e ogni parte di lei smisuratamente piacendogli (Bocc. 98-6).

J. J. Froberger (1616-1667)
Méditation, faite sue ma Morte future laquelle se joüe lentament avec discretion (Memento mori Froberger), (FbWV 611a), Discrezione: quel distinguimento che usano gli huomini ben costumanti, nel procedere, dando a ciascuno amorevolmente quel che gli si conviene, ne più volendo per sé.

Nicola Matteis (1650-1703?)
Passaggio rotto e Fantasia per violino solo, Fantasia si chiama la potenza immaginativa dell'anima, Fantasia è veder mentale, Fantasticare:Andar vagando con l'immaginazione, per ritrovare e inventare.

Louis Couperin (1626-1661)
Prelude à l'imitation de Mr Froberger (Ms Bauyn), Vago: che vaga, errante. Vagheggiare è, con disiderio di avere la cosa amata, ragguardare, Vagheggiare. Da vago, per amante, fare all'amore, cioè stare a rimirare fisamente con diletto, e attenzione l'amata. Vaghezza: desiderio, voglia.

H.I.F. Biber (1644-1704)
Passacaglia per violino solo, Maraviglioso: che apporta meraviglia, che eccede.Bernardo Pasquini (1637-1710) Variazioni (Landsberg 215), Concertare: v.Gareggiare, Tenzonare, Giostrare, Azzuffare, Givcare: amichevolmente gareggiare, a fine d'esercizio o recreazione, dove operi fortuna, ingegno e 
forza.

(Testi tratti da: Vocabolario degli accademici della Crusca, II ed., Venezia, Jacopo Sarzina 1623)


Sala Cosway

Martedì 22 Novembre

ORE 10.00

Prova aperta - Ingresso 5 €

ORE 21.00

Poltronissima 15 €
Posto a sedere non numerato 10 €
Ridotto e convenzioni 5 €

 
 
 

Biglietteria

Ingresso singolo evento: 10 € - 5 € (ridotto) - 15 € poltronissima solo concerti 20/11 e 26/11 
Abbonamento a tutti gli eventi: 45 €

Abbonamento scuole per tutti i laboratori (Ballo Barocco, E come il vento, Smisuranza, Sollima Day): 15 €

Costo masterclass canto barocco (iscrizione + partecipazione + accesso a tutti gli eventi) 350 €
Costo masterclass arpe storiche (iscrizione + partecipazione + accesso a tutti gli eventi) 300 €

Info e prenotazioni, gruppi e scuole
+39 3500630589
info@laliradiorfeo.it