1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Riqualificazione di Viale Pavia e Via San Fereolo

Terminati i lavori lo scorso 31 ottobre

Da sabato 31 ottobre, viale Pavia è tornato pienamente percorribile in entrambi i sensi di marcia, dopo la conclusione dei lavori di riqualificazione avviati lo scorso 17 luglio.
"Si chiude così un intervento molto impegnativo e di grande importanza - sottolinea il sindaco, Lorenzo Guerini - che insieme alla riqualificazione di via San Fereolo, realizzata l'anno scorso, ha sensibilmente migliorato le condizioni della viabilità in questa zona della città. Complessivamente, in queste due operazioni l'amministrazione comunale ha investito 1.030.000 euro (530.000 euro per viale Pavia e 500.000 per via San Fereolo), ai quali bisogna aggiungere 65.000 euro per la manutenzione straordinaria di via della Marescalca (anch'essa da poco conclusa), nonché gli interventi realizzati nel 2008 in via Giotto, via Raffaello Sanzio e via Leonardo da Vinci (136.000 euro), in via Dossenina, via Salvemini e presso il parcheggio di via Colombo (100.000 euro), e in via Martani, via Marini e via Bay (125.000 euro), mentre risalgono al 2007 le riasfaltature di via Mancini e via del Chiosino (70.000 euro). In tre anni, il Comune ha quindi mobilitato risorse per oltre un milione e mezzo di euro (per la precisione 1.536.000) per migliorare la rete stradale di San Fereolo, mettendo mano sia alle grandi arterie di collegamento con la tangenziale, interessate da un intenso traffico di attraversamento, sia alle vie di quartiere, funzionali al traffico residenziale".
Per quanto riguarda viale Pavia, come detto i lavori sono sostanzialmente finiti: per completare l'intervento mancano solo la realizzazione della segnaletica orizzontale e la posa degli elementi di arredo urbano (cestini per rifiuti, alberature, fioriere e dissuasori per impedire la sosta delle auto sui marciapiedi), che comunque non comporteranno la chiusura della via al transito dei veicoli. La riqualificazione ha interessato l'intero asse tra via Sant'Angelo e via San Fereolo, con rifacimento degli asfalti della carreggiata, dei marciapiedi, dei parcheggi (con un aumento dei posti auto da 56 a 77) e della pista ciclabile, nonché la messa in sicurezza di tutti gli attraversamenti pedonali (quattro dei quali sono ora rialzati: nel tratto fra via Agello e via Dossenina, in prossimità dell'incrocio con via Sforza, nel tratto fra via Michelangelo e via Raffaello e nel tratto fra via Raffello e via Leonardo). Nel contesto dei lavori è stata inoltre trasformata in rotatoria l'intersezione con via Sant'Angelo, risolvendo in questo modo il punto critico della doppia corsia nei pressi dello stadio della Dossenina, e sono stati rifatti anche gli asfalti del tratto di viale Europa in prosecuzione di viale Pavia, che nelle prossime settimane verrà integrato da un percorso pedonale protetto, sul lato opposto a quello su cui sorge la scuola d'Arte Bergognone. Tra i dettagli del progetto, da citare anche la sostituzione di tutti i 28 impianti di illuminazione pubblica e la modifica dei tempi di attraversamento all'incrocio semaforizzato con via Sforza/via Colombo, dove il "verde" per pedoni e biciclette scatta ora in anticipo rispetto a quello per i veicoli motorizzati, riservando un intervallo di tempo esclusivo per l'attraversamento ciclopedonale (15 secondi di segnale verde, 4 secondi di segnale giallo e 1 secondo di segnale rosso in contemporanea per pedoni e auto). Collegato ai lavori su viale Pavia (ma realizzato con un appalto distinto), si è poi concluso in questi giorni anche l'intervento di manutenzione straordinaria di via della Marescalca: costata 65.000 euro, l'operazione ha visto il totale rifacimento degli asfalti e la realizzazione di un nuovo marciapiede sul lato della chiesa parrocchiale, mentre nei prossimi giorni si procederà a disegnare la segnaletica orizzontale (con "stop" alle intersezioni con viale Pavia e con viale Europa) e gli stalli dei parcheggi laterali.
Risale invece all'anno scorso il non meno importante intervento di riqualificazione di via San Fereolo: "Una delle pi√Ļ importanti direttrici di ingresso e uscita dalla citt√† - sottolinea il sindaco - in particolare per quanto riguarda i collegamenti con la provinciale 115 per Lodi Vecchio e il polo universitario. Attorno a questo asse viario, peraltro, nell'ultimo decennio si √® verificata una consistente crescita degli insediamenti residenziali, che richiedeva l'adeguamento della strada a standard idonei a tutelare la mobilit√† di quartiere, con l'inserimento di una pista ciclabile, di attraversamenti pedonali protetti e la risagomatura di marciapiedi e parcheggi. Un altro elemento importante del progetto di riqualificazione √® stato quello dell'illuminazione pubblica, completamente rifatta, applicando per la prima volta i nuovi criteri stabiliti dal Piano Regolatore dell'Illuminazione Comunale, che puntano a una maggior efficienza degli impianti con un minor consumo energetico".
La riqualificazione di via San Fereolo ha fatto seguito a un lungo periodo di sensibili ma inevitabili disagi, determinati dai lavori eseguiti tra il 2006 e il 2007 per l'estensione della rete fognaria (che è stata collegata anche in questa zona della città al sistema di depurazione) e l'ammodernamento della rete di distribuzione del gas metano.