1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Via ai lavori per la forestazione di Isolabella

“Un imponente progetto di forestazione urbana che trasformerà Isolabella, con 5100 nuove piantumazioni: siamo pronti a dare il via alla rigenerazione della più grande area verde di Lodi. I lavori partiranno lunedì 17 gennaio e saranno conclusi prima della primavera”, ad annunciarlo è il Sindaco Sara Casanova. L’intervento sarà eseguito con costi pari a 273.280 euro, sostenuti interamente da Sorgenia s.p.a, e comprensivi della manutenzione per 10 anni, nell’ambito della Convenzione, stipulata nel 2010 con la Provincia di Lodi e i comuni del territorio, per realizzare la centrale a ciclo combinato di Turano-Bertonico, con oneri compensativi di carattere ambientale a carico dell’operatore.

“L’Amministrazione comunale ha saputo cogliere l’occasione di garantire a Lodi i benefici del progetto ambientale previsti, oltre dieci anni fa, dall’accordo - spiega il Sindaco -. L’obiettivo ben preciso è quello di portare un bosco direttamente in città e di concretizzare così quella che consideriamo la più importante opera, realizzata da molti anni a Lodi, per la valorizzazione del verde, anche attraverso una serie di nuovi percorsi naturali che potranno collegare agevolmente Isolabella agli itinerari ciclopedonali esistenti, creando un unico sistema integrato e turisticamente apprezzabile, lungo il corso del fiume Adda, fino al limite del Belgiardino”.

“La città godrà dei numerosi vantaggi della forestazione urbana. Una pratica che, come indicato anche dalla FAO, genera ricadute positive per i contesti urbani, in relazione ad un numero significativo di “Obiettivi per lo sviluppo sostenibile”, contenuti nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite - aggiunge l’assessore all’Ambiente Alberto Tarchini -. I vantaggi vanno dal miglioramento della qualità dell’aria, all’incremento della biodiversità, alla mitigazione del fenomeno cosiddetto dell’“isola di calore” fino alla crescita del potenziale paesaggistico della zona”. 

Lo scorso 9 dicembre il Comune ha rilasciato il permesso di costruire a Sorgenia, che ha affidato i lavori al Consorzio forestale del Ticino, con sede a Cuggiono. Lunedì si partirà con l’installazione del cantiere e una serie di lavorazioni preliminari, tra cui la potatura delle alberature esistenti e la rimozione di quelle morte, infestanti o in cattivo stato conservazione. La messa a dimora delle nuove piantine sarà realizzata nelle settimane successive, sulla base dell’andamento delle temperature.
 
Il progetto prevede la realizzazione di due spazi distinti e complementari: un grande prato centrale, della dimensione di circa 11.000 metri quadri, circondato dalla vegetazione dell’area boscata di circa 50.000 metri quadrati, dove verranno messe a dimora piantine forestali autoctone di oltre 20 specie diverse, tra cui farnie, pioppi, tigli, biancospini, noccioli e sambuchi. Per garantirne la piena fruibilità, la fascia boscata sarà innervata da percorsi naturali che consentiranno di vivere ed apprezzare gli spazi, seguendo passo dopo passo il percorso di crescita e sviluppo del bosco.

“Si concretizza una collaborazione virtuosa con il Comune di Lodi - commenta Massimiliano Toro, Power Asset Director di Sorgenia -. Con il coordinamento della Provincia, stiamo realizzando una serie di interventi forestali nel territorio. Siamo particolarmente soddisfatti del progetto che consentirà di realizzare a Lodi un vero e proprio bosco a pochi passi dal centro storico. Questa iniziativa sposa perfettamente la filosofia di Sorgenia che fa della sostenibilità il filo conduttore di ogni sua scelta”.

Lodi, 14 gennaio 2022