1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Il Comune sostiene un progetto di giustizia riparativa per le vittime di reato

“Una proposta di cui il Comune di Lodi si fa per la prima volta promotore per garantire l’assistenza alle vittime di ogni tipologia di reato e servizi pubblici per la giustizia riparativa e la mediazione penale”, così il Sindaco Sara Casanova annuncia l’avvio del progetto “Un futuro in comune: per essere a fianco di chi è vittima”, finanziato da Regione Lombardia, con la partecipazione della Cassa della Ammende per un importo di 34.835 euro e di 7.206 euro con il cofinanziamento del Ministero della Giustizia. 

“L’iniziativa - prosegue il Sindaco - si propone di coinvolgere attivamente le vittime e gli autori di reato, chiamati a porre rimedio alle conseguenze causate dalla loro condotta, cercando una soluzione “riparativa” condivisa con la parte lesa”. Nello specifico verranno attivati uno sportello di ascolto e accompagnamento delle vittime, con la previsione di due aperture settimanali a regime, momenti di sensibilizzazione, informazione e formazione rivolti alla cittadinanza, sperimentazione di percorsi di giustizia riparativa nelle scuole e con gruppi giovanili e infine interventi di mediazione puntuale reo -vittima destinati ai detenuti della Casa circondariale di Lodi e a persone in carico a Uiepe (Ufficio interdistrettuale esecuzione penale esterna) di Milano e Lodi che saranno condotti dal Centro per la Giustizia Riparativa e la Mediazione Penale di Milano.  

Il Comune di Lodi coordinerà l’azione di Ufficio di Piano, Centro di Servizio per il Volontariato Lombardia Sud, Associazione Loscarcere, Cooperativa Sociale Il Gabbiano e Dike - Cooperativa per la Mediazione dei Conflitti, che collaboreranno con l’ente, mettendo a disposizione una serie di figure professionali specializzate in questo ambito delicato, tra cui educatori psicologi e mediatori.

Lodi, 21 dicembre 2021