1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Premio alla bontà e al valore 2021

Si terrà sabato 18 dicembre la cerimonia di consegna dei premi alla bontà ed al valore 2021, attribuiti annualmente dall'apposito Comitato, e con il patrocinio dell'Amministrazione comunale, ai cittadini lodigiani che si sono distinti per significativi atti di bontà e dedizione nei confronti della comunità.

Appuntamento alle 17.30, presso l'aula magna del Liceo Verri, alla presenza del sindaco, Sara Casanova.

L’accesso alla sala è libero, fino ad esaurimento posti, con obbligo di presentare il Green Pass “rafforzato”.


Di seguito, si riporta l'elenco dei premiati, con le relative motivazioni.

Premio alla bontà “Angelo Scarioni” assegnato a LUIGI VECCHIO
Motivazione – Svolge un’attività caritativa davvero speciale, coordinando la pattuglia d’intervento notturno della Casa della Carità Don Virginio Colmegna di Milano. Da più di quindici anni, ogni settimana, esce con un pulmino per assistere i tanti bisognosi della città, senzatetto in primis, ma anche campi nomadi e famiglie allocate in case occupate. L’aiuto che presta loro va ben al di là delle quattro ore al giro serale, Luigi si spende anche economicamente in prima persona. Nonostante la sua natura schiva è riuscito a coinvolgere tanti in questa passione verso gli ultimi e i fragili.

Premio alla bontà’ “Associazione L. Cesaris” assegnato a ENRICA LOMI
Motivazione – Enrica dedica la sua vita alle persone assistite dalla Società San Vincenzo De’ Paoli. In particolare si occupa, da più di dieci anni, di una signora extracomunitaria che non conosce bene l’italiano, accompagnandola e facendo da interprete quando occorre. Agisce quindi all’insegna di una solidarietà tenace, che al gesto caritativo unisce l’azione fraterna di stimolo al raggiungimento della piena autonomia dell’assistito. La sua generosità e disponibilità la spingono a dare aiuto a chiunque ne abbia necessità.

Premio alla bontà “Lina Conti Vaccari” assegnato a ELISABETTA CAPELLINI
Motivazione – Nel solco di una tradizione familiare che ha fatto della solidarietà uno stile di vita, Elisabetta con sensibilità e gentilezza, partecipa ai programmi di ospitalità realizzati dall’Associazione Progetto Insieme, seguendo le famiglie che devono affrontare problemi economici, di alloggio, di lavoro e di cura dei figli. Oltre all’impegno personale, anche con risorse economiche proprie, Elisabetta ha sviluppato una rete di relazioni di sostegno alle famiglie in difficoltà, alimentando un approccio comunitario alla solidarietà.

Premio alla bontà “Isa Veluti” assegnato a ALESSANDRO DI CONZO (alla memoria)
Motivazione – Docente presso la Fondazione Luigi Clerici di Lodi si è sempre occupato dei ragazzi che, per disabilità o problemi comportamentali, avevano difficoltà a seguire normali programmi didattici. Negli ultimi anni, nonostante la fatica della malattia, alternava lunghi periodi di degenza ai rientri a scuola dai “suoi” ragazzi, a cui teneva particolarmente. Ha proseguito nell’insegnamento fino agli ultimi giorni, mantenendosi sempre in contatto con i suoi studenti anche attraverso le lezioni online, che teneva dall’ospedale durante il suo ultimo ricovero.

Premio alla bontà “Fondazione Banca Popolare di Lodi” assegnato a GIANMARIO ABBÀ
Motivazione – Volontario delle associazioni Avulss e Unitalsi offre un prezioso contributo alle molte attività della Fondazione Santa Chiara di Lodi, dedicando momenti ricreativi e di socializzazione agli ospiti della casa di riposo. E’ anche impegnato a favorire l’accesso dei familiari in visita, collaborando nelle operazioni di triage rese necessarie dalla situazione pandemica. La continuità della sua presenza e della sua dedizione sono finalizzati a migliorare la vita degli anziani ospiti.