1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Piano Neve 2021/2022

Come funziona e quali comportamenti adottare

In previsione delle precipitazioni di carattere nevoso, che nei prossimi giorni saranno accompagnate da un forte abbassamento delle temperature fino a diversi gradi sotto lo zero e quindi dalla formazione di ghiaccio, si invitano i cittadini alla massima prudenza negli spostamenti a piedi e in macchina. 
Per garantire l’intervento tempestivo di uomini e mezzi e per ridurre al minimo i disagi, il Comune, insieme a Linea Gestioni, ha attivato il Piano neve.

Come funziona il Piano neve?

Il Piano neve è attivo da novembre a marzo e prevede l’impiego dei seguenti mezzi e operatori:
- mezzi spartineve dotati di lama: n. 26 per strade + 3 per marciapiedi e vicoli stretti;
- mezzi spargisale: n. 4 per strade + n. 4 per marciapiedi e piste ciclabili;
- n. 18 operatori per l’attività manuale, oltre agli operatori del servizio spazzamento stradale di Linea Gestioni.

Il Piano si articola in tre fasi operative:
1) Prima della nevicata e in caso di gelate
In caso di previsioni di temperatura minima pari o al di sotto dello zero, con condizioni di umidità tali da consentire la formazione di ghiaccio a terra, vengono attivati i mezzi spargisale per la salatura delle strade, dei marciapiedi prospicienti edifici e aree pubbliche e delle piste ciclabili.

Le quantità di sale a disposizione sono 300 tonnellate per la viabilità stradale e 200 tonnellate per quella pedonale.

2) Durante la nevicata
In caso di nevicate intense, non appena il manto avrà raggiunto lo spessore di 5 cm, viene attivato il servizio di sgombero neve, inizialmente sulle principali arterie stradali cittadine, percorse anche dai mezzi pubblici (attività della durata di circa due ore), poi sulla viabilità secondaria di quartiere (per circa cinque ore). Se le precipitazioni nevose dovessero perdurare, le lame si fermeranno e inizieranno i giri di spargimento. La procedura si ripeterà con le stesse modalità fino al raggiungimento di adeguate condizioni si di sicurezza.
Sulla viabilità pedonale, su cui è necessario intervenire manualmente sia per la salatura sia per la rimozione degli accumuli di neve, le operazioni prevedono di necessità tempi più lunghi.

3) Dopo la nevicata
Quando il manto nevoso supera i 30 cm, si provvederà alla rimozione dei cumuli di neve accatastata dopo il passaggio delle lame, partendo dalle vie soggette a traffico più intenso per poi passare alla viabilità secondaria.

Quali comportamenti devono adottare i cittadini?

L'efficacia del Piano, oltre che dall’azione del Comune e di Linea gestioni, dipende anche dalla collaborazione dei cittadini che sono tenuti a svolgere alcuni semplici, ma preziosi compiti.
• sgomberare dalla neve i balconi, i davanzali e gli accessi carrabili di competenza, prestando attenzione a non invadere la carreggiata, a non ostacolare i pedoni e a non ostruire gli scarichi e i pozzetti stradali;
• non gettare/spargere acqua o altri liquidi che, a causa delle basse temperature, possano generare la formazione di ghiaccio;
• gli amministratori/proprietari di immobili devono provvedere a rimuovere i ghiaccioli che si possono formare su cornicioni, gronde, canaline, pluviali, balconi, terrazze e ad assicurarsi che l’eventuale scarico della neve accumulata sulla copertura degli edifici avvenga con tutte le necessarie cautele; 
• gli autoveicoli devono essere muniti di catene o di gomme da neve nel caso in cui il manto nevoso abbia consistenza pari o superiore a 20 cm.
 
Ulteriori raccomandazioni 
• I cittadini sono invitati ad evitare di camminare nelle zone alberate o in corrispondenza di cornicioni e gronde su cui si siano depositati spessi strati di neve.
• Durante e dopo le nevicate gli amministratori/proprietari di immobili sono invitati a mantenere sgombero dalla neve il marciapiede o lo spazio lungo l’intero fronte delle rispettive proprietà, anche mediante lo spargimento di sale e sabbia (o altri materiali idonei).

Lodi, 6 dicembre 2021