1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Presentazione libro "Oligarchi. Come gli amici di Putin stanno comprando l'Italia"

Copertina del libro

Jacopo Iacoponi e Gianluca Paolucci

GIOVEDI' 25 NOVEMBRE - ORE 21.00

In diretta sulla piattaforma Zoom:
https://us02web.zoom.us/j/84116644015
e sulla pagina Facebook del Comune di Lodi

Introduce
Lorenzo Maggi
Vicesindaco di Lodi 

Relatori
Jacopo Iacoboni
Giornalista
Gianluca Paolucci
Giornalista
Luigi Sergio Germani
Direttore dell'Istituto Gino Germani


Soldi, molti soldi, traffici opachi, storie di spionaggio. Un viaggio nel potere segreto degli oligarchi, un gruppo ristretto di persone spesso legate a Putin e connesse tra loro che ha conquistato un'influenza in Italia decisamente allarmante. Secondo studi recenti la Russia ha la quota più alta al mondo di dark money, soldi opachi detenuti all'estero: un trilione di dollari. Si stima che un quarto di questi sia collegato a Vladimir Putin e a suoi stretti associati, e il Cremlino sembra sempre più capace di pilotare operazioni aggressive. L'Italia è uno dei pezzi di questo grande gioco: gli oligarchi russi in Italia investono e comprano grandi proprietà. Agiscono portando avanti attività che sono a volte al confine con lo spionaggio. Il libro ricostruisce la loro rete di rapporti in Italia: troveremo i rapporti dei servizi segreti italiani sugli investimenti fatti per sostenere operazioni di influenza politica, i passaggi in Italia degli avvelenatori di Skripal, la ricostruzione puntuale dei giganteschi flussi di denaro dalla Russia verso il nostro paese. Così come le relazioni e le onorificenze della Repubblica a personaggi sanzionati da Usa e Ue e le timidezze dei due governi Conte. Vicende che sembrano uscite da un romanzo di John le Carré, ma che sono drammaticamente reali e ci riguardano da vicino.

 
 
 
 
Jacopo Iacoboni

Jacopo Iacoboni

E' giornalista a La Stampa, dove scrive di politica e società. Nel 2005 ha vinto il Premio Ischia di giornalismo under 35. E' stato inviato in cinque elezioni politiche dal 2001 al 2018, ha seguito le primarie del centrosinistra di Prodi e Veltroni, e la nascita del fenomeno-Renzi fin dal 2007. Ha raccontato la nascita del M5S e lo Tsunami Tour. Per “The Atlantic Council” ha scritto il saggio The Kremlin's Trojan Horses: Russian Influence in Italy. Tra le sue  pubblicazioni: Votantonio. Viaggio nell'Italia elettorale (Donzelli, 2006), Profondo rosso. La sinistra perduta (Einaudi, 2009), Contro l'Italia degli zombie. Web politik e nuova politica (Aliberti, 2012), L'esperimento. Inchiesta sul Movimento 5 stelle (Laterza, sesta edizione, 2018), L'esecuzione. 5 Stelle da Movimento a governo (Laterza; seconda edizione, 2019).

 
 
Gianluca Paolucci

Gianluca Paolucci

Ha conseguito la laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Firenze. Dal 2000 al 2006 è stato redattore presso la Reuters New Agency. Dal 2006 lavora alla "Stampa", quotidiano di cui è Vice Caporedattore.
Ha vinto il premio State Street 2015 per il miglior scoop per il crac Marenco e il premio Federico Caffè 2017 per gli articoli sul caso Mps.

 
 
Luigi Sergio Germani

Luigi Sergio Germani

È direttore scientifico dell’Istituto Gino Germani di Scienze Sociali e Studi Strategici. Germani è esperto di politica interna ed estera russa, con particolare riferimento alle strategie di guerra ibrida, alla criminalità organizzata e ai servizi d’intelligence russi. Inoltre, è specializzato nello studio dell’intelligence e del suo ruolo nella tutela degli Stati democratici. Ha ideato e organizzato il primo convegno aperto sul tema in Italia, la conferenza “L’intelligence nel XXI secolo”, svoltasi nel Castello di Priverno nel febbraio del 2001 con la presenza dei massimi esperti mondiali del settore. Inoltre, ha ideato e organizzato, nel 2015, il primo convegno in Italia sulla disinformazione come minaccia alla sicurezza nazionale. È stato uno dei primi studiosi in Italia a introdurre lo studio dell’intelligence della sicurezza nazionale in ambito accademico, dirigendo vari master universitari sull’argomento. È autore di articoli e saggi, e ha curato diversi volumi, tra cui L’Intelligence nel XXI Secolo (2001); New Frontiers of Intelligence Analysis (2005, con Carol Dumaine); Pathways out of Terrorism and Insurgency (2005, con D. Kaarthikeyan); Information Warfare: le Nuove Minacce provenienti dal cyberspazio alla sicurezza nazionale italiana (2011, con Umberto Gori); La sfida della cyber-in- telligence al sistema-Italia (2012, con Umberto Gori); I fondamentalismi religiosi nel mondo contemporaneo (2014, con Anna Cossiga), Disinformazione e manipolazione delle percezioni (2017). Inoltre, è co-autore (con Jacopo Iacoboni) del capitolo sull’Italia del rapporto dell’Atlantic Council The Kremlin’s Trojan Horses 2.0: Russian Influence in Greece, Italy and Spain (2017), ed è co-autore ( con Massimiliano Di Pasquale) del saggio L’influenza russa sulla cultura, sul mondo accademico e sui think tank in Italia (Research paper, Istituto G. Germani, 2021)

 
 

 
locandina dell'iniziativa con la copertina del libro, titolo, data, orario, programma della serata