1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Presentazione del libro "30 aprile 1993. Bettino Craxi. L’ultimo giorno di una Repubblica e la fine della politica"

 
 
Copertina del libro

di Filippo Facci

GIOVEDI' 16 SETTEMBRE - ORE 21.00
Sala Antonella Granata - Biblioteca Laudense, Via Solferino, 72

In diretta sulla piattaforma Zoom:
https://us02web.zoom.us/j/81845331010
e sulla pagina Facebook del Comune di Lodi

Introduce
Lorenzo Maggi
Vicesindaco di Lodi 

Relatori
Filippo Facci
Giornalista, Scrittore
Oreste Lodigiani
Già Deputato P.S.I.
Sergio Scalpelli
Giornalista, Presidente di Linkiesta Club

La scena dell’Hotel Raphaël e del lancio delle monetine contro Bettino Craxi è considerata tipicamente il simbolo di un’epoca, il palcoscenico del feroce «debutto» dell’antipolitica che segnerà la vita pubblica nei decenni a venire. Tuttavia, il giorno successivo, i quotidiani non pubblicarono la notizia. E neppure nei giorni seguenti. Nessuno raccontò la violenza dell’aggressione, della denigrazione, dello scherno, dell’«uccisione del nome» di un uomo. «Dovevamo sbranare Craxi, avremmo dovuto farlo fuori a pezzi, gettare le sue budella sulla porta del Raphaël e trascinarle fino al Parlamento… Io c’ero. E non ho capito che occasione avevo per le mani», scriverà a distanza di anni uno dei presenti. Testimone diretto e appassionato cronista, Filippo Facci torna sul luogo dove tutto ebbe inizio in un racconto, fotogramma per fotogramma, scandito dalle ore in cui sembrò non succedere nulla e accadde di tutto, in un crescendo teatrale di eventi puntuali che, alla luce degli anni successivi, possono essere colti come avvisaglie e tracce della rivoluzione che ha scosso la nostra democrazia. In un singolare e brillante esercizio di sintesi di memoria individuale e collettiva, memoir, saggio narrativo e romanzo della cronaca, l’autore rilegge da una prospettiva originalissima gli avvenimenti che si succedono dalle 10:00 di giovedì 29 aprile alle 23:50 di venerdì 30 aprile 1993, tra Roma e Milano. I ricordi del suo rapporto personale con Craxi svelano al lettore dettagli inediti, e la
narrazione di un «prima» e di un «dopo» fornisce una mappa sulla quale orientarsi per cogliere appieno il senso di una vicenda che ha definitivamente cambiato la percezione della politica nel nostro paese.

 
 
 
 

 
 
 

Per accedere all'evento è richiesto il Green-Pass o uno dei documenti sostitutivi previsti.
La Sala Antonella Granata dispone di 24 posti a sedere. 
È consigliata la prenotazione da effettuare al seguente link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-30-aprile-1993-bettino-craxi-169875097991

 
 
 

Filippo Facci

Filippo Facci

Inizia la sua attività professionale da giovanissimo, collaborando con i quotidiani L'Unità, la Repubblica e poi approdando a Avanti! Scrive per quindici anni come editorialista de il Giornale e collabora anche con Il Foglio scrivendo di musica classica. Per anni tiene sul femminile Grazia una rubrica in cui racconta storie di donne rigorosamente inventate. Intanto lavora a Mediaset, dal 1999 al 2009, anno in cui si dimette. Spesso è ospite a trasmissioni politiche e d'intrattenimento pomeridiano, quali Mattino Cinque e Parlamento In. Scrittore prolifico, tra i suoi libri ricordiamo Note di note. Parole per raccontare la musica di un ipocondriaco di talento (Irradiazioni, 2007), Di Pietro. La storia vera (Mondadori, 2009), Misteri per orchestra (Mondadori, 2011), Uomini che amano troppo (Rizzoli, 2015).

 
 
Oreste Lodigiani

Oreste Lodigiani

Laureato in Filosofia presso l'Università degli Studi di Pavia Ã¨ stato Segretario amministrativo e provinciale del PSI milanese, consigliere regionale in Lombardia, deputato eletto per due legislature nel collegio di Milano-Pavia e segretario della VIII Commissione dei Lavori Pubblici.
Tra le varie proposte di Legge come primo firmatario: Istituzione delle province di Biella, Lecco, Lodi, Prato e Rimini (760); Istituzione della provincia di Lodi (768). In ambito ambientale: Norme sul trasporto di residui tossici e nocivi (739); Norme per il recupero dei contenitori di alluminio (742); Modifiche ed integrazioni alla normativa di tutela delle acque dall'inquinamento (3189); Norme per la costruzione di impianti di biogas nelle aziende suinicole, la riduzione dell'inquinamento delle acque, la produzione di concimi di origine non chimica e il risparmio energetico (3310).
Ha terminato il suo mandato alla Camera dei Deputati nel 1992. É stato Vicepresidente di Regione Lombardia.

 
 
Sergio Scalpelli

Sergio Scalpelli

Presidente dell’Associazione Pierlombardo Culture e Presidente del Centro internazionale di Brera, ma anche storico segretario generale della Casa della Cultura, fondatore e amministratore unico fino al 1998 del quotidiano Il Foglio e assessore della giunta Albertini, Sergio Scalpelli è un noto protagonista del dibattito civile e intellettuale a Milano e non solo.
É stato nel consiglio di redazione delle riviste di cultura politica e politica internazionale:
MicroMega, Limes e IdeAzione, nel 1993 membro del Cda dell’Università Bocconi, (2001-2021) il capo della lobby e dei rapporti con i media (Chief of institutional and External Relations) di Fastweb.
Dal 2002 al 2004 Presidente di Apbiscom, agenzia stampa nata da una joint venture tra
Fastweb e Associated press.
Da Maggio 2021 è Presidente de Linkiestaclub per le attività di progettazione culturale del giornale.

 
 

 
locandina dell'iniziativa con la copertina del libro, titolo, data, orario, programma della serata