1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Misure per il contenimento del Covid valide per tutta la Regione Lombardia

Con Ordinanza di Regione Lombardia n.714 del 4.3.2021 l’intero territorio regionale è collocato in zona “arancione rafforzato”, a partire da venerdì 5 marzo, fino a domenica 14 marzo 2021, con possibilità di proroga in base dell’evoluzione del contesto epidemiologico.
Ecco una sintesi delle principali misure che entreranno in vigore, in aggiunta a quelle stabilite per la cosiddetta zona “arancione”, con DPCM 14.1.2021 e DPCM 2.3.2021, a decorrere dal 5 marzo.

Spostamenti 
- Non è consentito spostarsi verso abitazioni private abitate nel territorio della Regione, eccetto che per comprovate ragioni di salute, lavoro e necessità.
- Non è consentito recarsi presso le seconde case, nel territorio della Regione o al di fuori di esso, eccetto che per comprovate ragioni di salute, lavoro e necessità.

Scuole
- Sono sospese le attività didattiche in presenza per le scuole primarie, secondarie di primo grado e di secondo grado, per le istituzioni formative professionali secondarie di secondo grado (IeFP), per gli Istituti tecnici superiori (ITS) e per i percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS), nonché per le scuole dell’infanzia. 

- Restano in presenza i servizi per la prima infanzia (nidi e micro nidi).

- E’ consentito svolgere in presenza le attività di laboratorio e quelle a garanzia dell’inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali 

- Sono sospese le attività formative e curriculari delle università e delle istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica.

Attività commerciali
- L’accesso alle attività commerciali al dettaglio è consentito ad un solo componente per nucleo familiare, fatta eccezione per la necessità di recare con sé minori, disabili o anziani.

Sport
- Non è consentito l’utilizzo delle aree attrezzate per gioco e sport (ad es., aree con scivoli e altalene, campi di basket, aree skate etc.) all’interno di parchi, ville e giardini pubblici, eccetto che per soggetti con disabilità.

Lodi, 4 marzo 2021