1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Chiusura notturna del parco “Margherita Hack”

E’ istituito da questa sera, martedì 23 febbraio, il divieto di accesso al parco “Margherita Hack”, valido tutti i giorni, dalle ore 19.00 alle ore 8.30 del giorno successivo.

Gli ingressi di via Fascetti e di viale Pavia rimarranno quindi interdetti al pubblico nella fascia oraria indicata. L’attività della Ciclofficina presente all’interno dell’area continuerà a svolgersi in orario regolare.

Il Sindaco Sara Casanova, con propria ordinanza, ha stabilito la chiusura notturna dell’area verde, recependo l’indicazione della Prefettura di Lodi sulla necessità di rafforzare le misure di controllo, emersa in sede di Comitato di Ordine Pubblico e Sicurezza il 26 gennaio scorso, sulla scorta delle frequenti segnalazioni di degrado e bivacchi, pericolosi anche per la salute pubblica in questa fase di emergenza sanitaria.

La durata di validità del provvedimento è strettamente connessa alle valutazioni condotte da parte delle autorità riunite in seno allo stesso Comitato.

“Una problematica tristemente nota, legata anche a fenomeni delinquenziali di spaccio, monitorati e contrastati dalla nostra Polizia Locale, in sinergia con le altre Forze dell’Ordine, che nel tempo hanno intensificato i servizi di controllo, ottenendo risultati significativi - dichiara il Sindaco Casanova -. Purtroppo sappiamo però che le criticità non sono finite e che, anzi, nonostante l’impegno messo in campo per garantire un’adeguata sorveglianza, tornano ciclicamente a ripetersi. Dal momento che l’ipotesi di un presidio fisso di Polizia appare non sostenibile, su proposta del Prefetto è stata individuata una soluzione alternativa, quella di rimodulare gli orari di apertura del parco e, in particolare, di interdirne l’accesso nelle ore notturne. Auspichiamo che questa misura, insieme ai controlli congiunti delle Forze dell’Ordine, che proseguiranno in modo mirato, contribuisca a rendere il parco più sicuro e in definitiva vivibile per tutti”.

Lodi, 23 febbraio 2021