1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Pedibus: da lunedì 25 gennaio sarà attivata la prima linea verso la scuola Don Gnocchi

Sarà attivata lunedì 25 gennaio la prima linea “Pedibus”, dedicata alla primaria Don Gnocchi, lungo il percorso che parte da via San Fereolo (civico 12), attraversa via Lodivecchio, con fermate all’angolo di via Don Maggi e di via Calipari, e raggiunge la scuola, dove contestualmente entreranno in vigore anche le nuove limitazioni alla circolazione previste dalla nuova “zona scolastica” protetta.
Non è stata fissata una scadenza per la raccolta delle iscrizioni (finora una decina) che proseguirà durante l’anno scolastico, con possibilità per le famiglie di richiedere la documentazione via e-mail all’indirizzo pedibuslodi@aldia.it, oppure di compilare direttamente il form al seguente link.
Al raggiungimento del numero minimo di tre adesioni, verranno avviate le ulteriori linee, individuate grazie all’interessamento espresso dalle famiglie, con la partecipazione a un sondaggio preliminare proposto dall’Amministrazione comunale. Successivamente sono stati tracciati quattro potenziali itinerari, destinati alle scuole Don Gnocchi (seconda linea), Pezzani, Pascoli e Arcobaleno.
Ogni tratta sarà presidiata da due operatori delle cooperative Aldia-Accento e si snoderà per circa un chilometro, con partenza alle 8.00 e arrivo a scuola alle 8.25.
Il Comune ha destinato all’iniziativa 40.000 euro, impiegando le risorse assegnate all’Ente, con legge 77/2020 (conversione del decreto legge “Rilancio”), per misure di sostegno alle famiglie e alle imprese.

“Con l’avvio della prima linea, speriamo che l’iniziativa possa riscuotere l’interesse anche da parte di tante altre famiglie - commenta l’assessore all’Istruzione Molinari -. Crediamo fortemente in questo progetto che fa bene ai nostri bambini, perché dà loro la possibilità di muoversi, socializzare e conoscere meglio il proprio quartiere, e fa bene anche all’ambiente, perché riduce lo smog causato dai veicoli che ogni giorno prendono letteralmente d’assalto le nostre scuole. Abbiamo chiesto agli istituti di dare evidenza alla proposta e inviato sms alle famiglie, ma siamo convinti che la migliore forma di “pubblicità” saranno proprio i bambini che da lunedì sperimenteranno questo nuovo sistema e che speriamo diventino un esempio da imitare”. 

Lodi, 21 gennaio 2021