1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Esito sondaggio “Pedibus”

Sono pervenute 71 risposte al sondaggio promosso dall’Amministrazione comunale per verificare l’interesse dei cittadini in merito al possibile avvio di nuove linee “Pedibus”. Il progetto si propone di individuare itinerari casa-scuola, percorribili a piedi dai bambini delle primarie, accompagnati da personale qualificato.

Il comune ha destinato all’iniziativa 40.000 euro, impiegando le risorse assegnate all’ente, con legge 77/2020 (conversione del decreto legge “Rilancio”), per misure di sostegno alle famiglie e alle imprese.

L’81,7% dei partecipanti al questionario si è detto favorevole all’attivazione del servizio. La maggior parte delle famiglie ha indicato di avere figli iscritti alla scuola Don Gnocchi (n. 30), alla Pezzani (n. 6) e alla Pascoli (n. 5).

“Da una prima analisi dei dati - afferma l’assessore all’Istruzione Giusy Molinari - siamo propensi a realizzare il progetto Pedibus, con diverse linee a servizio delle scuole Don Gnocchi, Pezzani e Pascoli per le quali le richieste sono risultate numericamente più consistenti. Propendiamo per l’organizzazione di una linea anche per la scuola Arcobaleno, benchè le segnalazioni siano soltanto tre, considerando la collocazione dell’istituto in una zona densamente abitata dove confidiamo possa crescere l’interesse per questa modalità di spostamento. Nelle prossime settimane forniremo maggiori dettagli sui percorsi, che saranno attivati al raggiungimento di un numero di adesioni minimo da definire. Se le misure per il contenimento del contagio lo consentiranno, ci piacerebbe lanciare il progetto entro l’inizio dell’anno prossimo”. 

Dei 71 utenti che hanno aderito al sondaggio, l’87,3% ha valutato positivamente anche la proposta di istituire un sistema di limitazione della presenza di veicoli a motore in prossimità degli istituti scolastici, nelle fasce orarie di ingresso a scuola e uscita dalle lezioni.

“Le risposte in questo caso sono pervenute principalmente da genitori della scuola Don Gnocchi - spiega l’assessore alla Mobilità Alberto Tarchini -. Accogliendo la sollecitazione ricevuta, insieme all’assessore Molinari ho effettuato un sopralluogo negli spazi esterni dell’edificio scolastico per cominciare a valutare le modalità più adeguate di attuazione di questo importante presidio di sicurezza per i cittadini”.

Lodi, 10 novembre 2020