1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

"Arte in Trio" presenta Lucaya Diary for Sylvia

Arte in Atrio è la nuova rassegna artistica proposta dalla Fondazione Banca Popolare di Lodi, dopo il trasferimento nella sede di Via Polenghi Lombardo, più funzionale e accogliente, situata all'interno dello Spazio Tiziano Zalli del centro direzionale progettato da Renzo Piano.

Dopo la chiusura della piacevole esperienza di “Mattonelle d’artista”, con opere esposte in teche collocate nel pavimento galleggiante della vecchia sede, la Fondazione vuole dare continuità al progetto, avviato nel 2011, per mettere a disposizione uno spazio espositivo, dedicato ad artisti, lodigiani e non lodigiani, affermati ed emergenti.

La mostra personale di Monika Wolf, a cura di Mario Quadraroli, viene inaugurata mercoledì 3 ottobre 2018 alle ore ore 17,30, e rimarrà visitabile ad ingresso libero sino al 28 novembre 2018 nei seguenti orari di apertura al pubblico:
da lunedì a venerdì dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e dalle ore 15,00 alle ore 16,30
sabato, domenica e festivi chiuso.

Per informazioni tel. 0371 440711.

Monika Wolf nasce ad Essen, in Germania. Espone dal 1977 in Europa e negli Stati Uniti d’America. Dal 1980 vive e lavora a Milano.

LUCAYA DIARY for SYLVIA
Le opere che Monika Wolf ha creato per questa mostra sono l’intimo diario di bordo di un viaggio che ha compiuto con sua sorella Sylvia e che l’ha condotta fino alle spiagge di sabbia bianca e fine di Lucaya, nell’isola di Grand Bahama. Anche in questa occasione ha portato con sé il suo tepee, la casa mobile degli indiani delle praterie, un cono perfetto formato da una intelaiatura di pali inclinati intorno ad un asse centrale e legati insieme alla sommità. Queste abitazioni sono ricoperte da pelli di bisonte conciate e decorate con immagini sacre legate alle potenze celesti, al passaggio delle stagioni, alla caccia o alla medicina. La figura geometrica del triangolo isoscele che richiama il tepee, serve all’artista per racchiudere le sfumature di un universo emotivo stratificato e in continuomutamento. Un universo nel quale tutto è tecnica mista su carta, incollata su tela cm 50x50 ciclico: nasce, fiorisce, e giunge a piena maturazione, quindi imputridisce e muore per poi tornare sotto altra forma. Caratteristico del suo lavoro è l’utilizzo del materiale di recupero, di scarto, reperito in loco e inserito nella composizione per sottolineare il legame con gli elementi della Natura nella quale è immersa: l’acqua del mare con i suoi tesori, la fragranza dei fiori tropicali, il sapore di un frutto e il dono dei suoi semi, le lacrime di rugiada e quelle della pioggia. Nei lavori su carta realizzati a Lucaya, Monika annota le brevi piogge che si alternano ad un sole luminoso e vivificante, il rosa dei tramonti sull’oceano che sfuma in un viola intenso, i venti alisei che spirano addolcendo il clima, le ombre che si allungano sulla sabbia. Alla pittura ad acrilico alterna le matite colorate e il collage, arricchendo la composizione con piccoli reperti restituiti dalle maree, conchiglie, vetri levigati, frammenti di plastica. La direzione del segno grafico spinge lo sguardo dello spettatore verso l’alto in direzione di una simbolica ascesa al cielo.
Valeria Vaccari, 11 settembre 2018.
(20.09.2018)
 

immagine del volantino