1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

"Patto per la Lombardia", in arrivo 2.429.000 euro per la città di Lodi

Il Sindaco Casanova: "E' un grande successo per tutti i lodigiani, finanzieremo opere fondamentali per lo sviluppo"

il sindaco casanova

"Siamo riusciti a portare a casa 2.429.000 euro per la nostra città. Grazie a Regione Lombardia e grazie al nostro impegno, con questi soldi finanziamo opere fondamentali per lo sviluppo di Lodi. Ribadisco che queste risorse spettavano alla città mentre qualcuno voleva destinarle all'intera provincia. Abbiamo fatto valere i nostri diritti, la ritengo una vittoria per tutti i cittadini di Lodi".

Con queste parole il Sindaco Sara Casanova annuncia nella mattinata di mercoledì 13 dicembre l'arrivo di un corposo stanziamento che la Regione nell'ambito del 'Patto per la Lombardia" mette a disposizione dei capoluoghi di provincia, impegnandosi entro la fine dell'anno 2017 a sancire con un'apposita delibera di Giunta l'erogazione pattuita. 

L'Accordo noto come 'Patto per la Lombardia' risale al 25 novembre 2016, sottoscritto da Governo e Regione per lo sviluppo economico, la coesione sociale e territoriale della regione attraverso la realizzazione di azioni strategiche sinergiche e integrate e riguarda temi tra cui le infrastrutture, la messa in sicurezza e il potenziamento delle linee ferroviarie in concessione e degli itinerari regionali su strada, la promozione del trasporto pubblico locale, la creazione di un sistema di ciclovie nell'ambito della mobilità dolce, l'ambiente, la mitigazione del rischio di dissesto idrogeologico, l'adeguamento normativo nelle strutture sanitarie. Il finanziamento complessivo è pari a 10,7 miliardi e viene coperto da fonti della UE, del Governo, della Regione.  All'interno del Patto per la Lombardia sono previsti investimenti pari a 718,7 milioni a valere sul Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020, assegnati dal CIPE con delibera n. 56 del 1° dicembre 2016.

E' in questo contesto che si coglie l'opportunità per la città di Lodi di giovarsi del finanziamento, la cui destinazione viene precisata dal Primo Cittadino.

"Gli interventi sono strutturali e finalizzati a migliorare il traffico, sistemare le strade e i marciapiedi, abbattere le barriere architettoniche, realizzare una nuova pista ciclabile, ampliare il sottopasso ferroviario ciclo-pedonale di collegamenti tra viale Pavia, via Trento Trieste e via Nino Dall'Oro. Nel dettaglio, elimineremo il semaforo e creeremo una nuova rotonda all'intersezione tra via Zalli, Salvo d'Acquisto e San Colombano per risolvere in maniera stabile le criticità della zona, molto trafficata nelle ore di punta. In Corso Mazzini verranno sistemata la sede stradale, abbattute le barriere architettoniche e completati i marciapiedi, così come in via Trento Trieste interverremo sulla carreggiata e parte dei marciapiedi. Allo stesso modo si interverrà in via Colle Eghezzone, via Cagnola, via Carducci e via delle Orfane".

Un'altra opera particolarmente cara ai lodigiani è la pista ciclabile che consentirà di collegare la città al nuovo polo universitario e della ricerca scientifica. Infine, sarà ampliato il sottopasso ferroviario che consente il collegamento tra le due parti della città divise dai binari della ferrovia. 

"Da Sindaco posso solo dire di essere molto felice - chiude Casanova - questo è un regalo di Santa Lucia per tutti noi. Sono risorse che consentono di avviare una trasformazione razionale ed efficiente della mobilità urbana, in un'ottica di evidente miglioramento della queliità dei servizi. Oggi è solo il primo passo, ma posso dire con orgoglio che più che un passo è una vera falcata".

Lodi, 13 dicembre 2017