1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Concerto del Quartetto d'archi di Cremona

Una formazione di prestigio internazionale, collaudata da oltre 10 anni di attività ad altissimo livello: è il Quartetto d'archi di Cremona, protagonista dell'appuntamento di domenica 27 febbraio (ore 21.00, Aula Magna del Liceo Verri di via San Francesco) con la stagione concertistica degli Amici della Musica A.Schmidt.
Il Quartetto di Cremona nasce nel 2000, durante un periodo di studio all'Accademia Stauffer di Cremona con Salvatore Accardo, Bruno Giuranna e Rocco Filippini. L'ensemble - nell'attuale formazione dal 2002 - si perfeziona con Piero Farulli del Quartetto Italiano presso la Scuola di Musica di Fiesole e con Hatto Beyerle dell'Alban Berg Quartett e in breve si afferma come una delle realt√† cameristiche europee pi√Ļ interessanti e dinamiche grazie ad un continuo impegno nell'approfondimento musicale, integrato da una comunicativa spontanea sul pubblico. Gli importanti riconoscimenti ottenuti in concorsi internazionali - il Gui di Firenze, il Cremona e l'International Melbourne Competition - imprimono un grande impulso alla carriera del Quartetto, che intraprende un'intensa attivit√† concertistica e, in breve, viene invitato ad esibirsi nei principali festival e rassegne di tutto il mondo, dall'intera Europa al Sudamerica, dall'Australia agli Stati Uniti. Il Barge Music di New York, il Beethovenhaus e il Beethovenfest di Bonn, il Bozar di Bruxelles, il Festival di Turku, la Kammermusik Gemeinde di Hannover, la Wigmore Hall di Londra, il Perth Festival in Australia sono alcune delle ribalte che hanno gi√† visto protagonista il Quartetto di Cremona. Anche la stampa specializzata internazionale sottolinea le qualit√† artistiche ed interpretative del Quartetto di Cremona: la rivista inglese The Strad, in seguito a un concerto alla Wigmore Hall, ne descrive "il fraseggio classico che cuce Mozart alla perfezione, come fosse un abito di Armani"; in Australia √® acclamato come la "gloria del Perth Festival". Emittenti radiotelevisive di tutto il mondo (quali RAI, WDR, BBC, VRT, SDR, ABC) trasmettono regolarmente i concerti del QdC, in un repertorio che spazia dalle prime opere di Haydn fino alla musica contemporanea: tra i compositori viventi il Quartetto di Cremona ha collaborato con Fabio Vacchi, Helmuth Lachenmann, Silvia Colasanti. Rilevante √® l'attivit√† didattica svolta dal QdC in tutta Europa, con master class in Gran Bretagna, Germania, Austria, Svizzera, e in diverse localit√† italiane. √ą recente e riveste un particolare significato la collaborazione con il Conservatorio Niccol√≤ Paganini di Genova, citt√† di provenienza e di residenza dei quattro musicisti. Il 2009-10 √® un anno di evoluzione e di importanti svolte per il Cremona: esordisce in campo discografico con Decca e incide l'integrale dei Quartetti di Fabio Vacchi; torna - per la terza volta - sul palcoscenico della londinese Wigmore Hall; si aggiudica la vittoria, tra oltre 40 gruppi provenienti da tutto il mondo, della 11¬™ edizione della Web Concert Hall Competition (USA); √® invitato dal Festival MI/TO 2009 in collaborazione con la Societ√† del Quartetto di Milano; √® ospite delle stagioni concertistiche delle pi√Ļ importanti associazioni italiane, dalla GOG di Genova agli Amici della Musica di Palermo, da Musica Insieme di Bologna alla Scarlatti di Napoli e alla Societ√† del Quartetto di Milano, che lo nomina "artist in residence" per un progetto di concerti e di collaborazione che culminer√† nel 2014 - in occasione dei 150 anni della storica istituzione - nell'esecuzione integrale dei quartetti di Beethoven. Nel settembre 2009 il QdC ha firmato un proprio progetto artistico per la Fondazione Stradivari di Cremona nell'ambito di "Liuteria in Festival".
Nel 2010-11 tra gli appuntamenti di particolare rilevanza del Quartetto di Cremona si segnalano i debutti nella stagione dell'Accademia di Santa Cecilia all'Auditorium-Parco della Musica di Roma ed alla Konzerthaus di Berlino, il ritorno alla Wigmore Hall per due concerti, un tour internazionale in Danimarca, Germania e Gran Bretagna, oltre all'esecuzione integrale dei quartetti di Bartok. Il Quartetto di Cremona collabora stabilmente con colleghi di fama internazionale quali Bruno Giuranna, Massimo Quarta, Enrico Dindo, Enrico Bronzi, Alessandro Carbonare, Andrea Lucchesini, Pietro de Maria, Angela Hewitt, Ivo Pogorelich, Lilya Zilberstein, Cédric Tiberghien, e Pieter Wispelwey.
(24-02-2011)
 
Teatro alle Vigne
Amici della Musica A.Schmidt
Stagione concertistica 2010-2011
Domenica 27 febbraio 2011 - Ore 21.00
Aula Magna Liceo Verri
Quartetto d'archi di Cremona
Cristiano Gualco violino
Paolo Andreoli violino
Simone Gramaglia viola
Giovanni Scaglione violoncello
Programma
Franz Joseph Haydn: Quartetto n.66 in sol maggiore op.77 n.1 (1 Allegromoderato; 2 Adagio; 3 Menuet. Presto & Trio; 4 Finale. Presto)
Dmitrij Dmitrievic Sostakovic: Quartetto n.13 in si bemolle minore op.138 (movimento unico)
Aleksandr Porfir'evic Borodin: Quartetto n.2 in re maggiore (1 Allegromoderato; 2 Scherzo: Allegro; 3 Nocturne: Andante; 4 Finale: Andante-Vivace)
Biglietti : intero 15 euro, ridotto (fino a 25 anni) 12 euro,
sino a 18 anni ingresso gratuito
La biglietteria accetta prenotazioni telefoniche o via mail e fax
I biglietti possono essere pagati per contanti, bancomat oppure tramite
assegno circolare non trasferibile intestato a Comune di Lodi - Teatro.
Teatro alle Vigne, via Cavour, 66, Lodi, telefono 0371/425862-3,
biglietteria@teatroallevigne.net, www.teatroallevigne.net
 

il quartetto d'archi