1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Grande successo del progetto "Adotta una poltrona"

Nuova vita per le vecchie poltrone del Teatro alle Vigne. I sedili asportati dalla sala di via Cavour a inizio anno (nell'ambito di un intervento di riqualificazione che ha comportato anche il rifacimento della pavimentazione e la ritinteggiatura degli ambienti) sono stati infatti rilevati da una serie di soggetti, pubblici e privati, che li riutilizzeranno per arredare spazi adibiti ad attività teatrali, culturali e ricreative, tra cui, in particolare, l'associazione "Semplicemente così" di Postino, che ha ritirato 106 poltrone per l'allestimento del teatro "Don Giancarlo Sali" dell'oratorio della frazione di Dovera, che dopo il rinnovo della platea è stato reinaugurato la sera del 9 febbraio.

"Quello dell'oratorio di Postino è un caso davvero interessante, una felice concomitanza che ha consentito di trovare un reimpiego di grande utilità per le poltrone delle Vigne - commenta l'assessore comunale alla cultura, Andrea Ferrari - ma al di là di questa specifica situazione, l'intero progetto "adotta una poltrona" ha avuto un successo persino superiore a quanto si potesse prevedere. Complessivamente, infatti, su 418 poltrone, ne sono state richieste ben 396; tra i destinatari, il Comune di Castiraga Vidardo, la Croce Lodigiana, l'Associazione Aiutiamoli, il Laus Club, alcune piccole compagnie teatrali del territorio. Siamo contenti di aver potuto contribuire in questo modo alle esigenze di realtà che svolgono una importante azione di promozione culturale sul territorio. D'altra parte, per l'amministrazione comunale lo smaltimento delle vecchie poltrone delle Vigne, che avevano "sulle spalle" 25 anni di servizio, avrebbe rappresentato soltanto un costo, stimato in circa 4.000 euro, mentre in questo modo, con piccoli aggiustamenti e sistemazioni, hanno acquisito una seconda vita".
 
"E' bello che questo progetto, lanciato quasi per scommessa, abbia suscitatoun tale apprezzamento - sottolinea il sindaco, Lorenzo Guerini - L'animazione teatrale che anche nel Lodigiano vede impegnate tante persone è un importante segno di vitalità culturale, di passione e di dedizione gratuita, che dà valore alla coesione delle nostre comunità locali. Si tratta di segnali incoraggianti ed il Comune di Lodi è contento di aver portato un piccolo ma significativo contributo".
 
(15-02-2011)
 

sala del teatro di postinosala del teatro di postino