1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Viviamo insieme il nostro quartiere

Viviamo insieme il nostro quartiere è diventato un'associazione; o meglio ancora, un insieme di associazioni e di singoli cittadini. E' questa la principale novità dell'edizione 2010 (la quarta) dell'iniziativa promossa dall'assessorato comunale alle politiche sociale e dalle realtà associative della città bassa, con il sostegno della Fondazione della Banca Popolare di Lodi. I soggetti che aderiscono al progetto hanno infatti dato vita ad una nuova associazione, con cui fare sintesi delle rispettive esperienze e identità, che confluiscono in modo coordinato, benché come specifici contributi, all'interno del programma di iniziative di animazione e integrazione che vengono realizzate con l'intento di rendere sempre più vivo e solidale il tessuto delle relazioni sociali in una zona della città caratterizzata dalla coesistenza di una comunità locale di antico radicamento e di una comunità straniera crescente per dimensioni numeriche ed articolata in un caleidoscopio di etnie e impronte culturali.
"Ciò che ci accomuna in questa esperienza - hanno spiegato oggi i rappresentanti dell'associazione, in occasione della conferenza stampa di presentazione del calendario di appuntamenti per la primavera-estate 2010, a cui hanno partecipato anche gli assessori comunale a politiche sociali e cultura, Silvana Cesani e Andrea Ferrari - è il piacere di vivere in questo quartiere della città. L'affezione per i luoghi, ma soprattutto per le persone che vivono questi luoghi, sono la spinta che ci impegna a creare occasioni di incontro e di confronto tra culture e religioni differenti. Siamo convinti che tornare a vivere le strade del quartiere e il lungo fiume, il preoccuparsi di creare momenti di socializzazione per le persone anziane, per i bambini ed i giovani, il tentare di aprire un dialogo e di favorire un incontro tra le persone locali ed i nuovi cittadini provenienti da diverse parti del mondo siano tutte opportunità per stare bene e per contrastare le paure e le insicurezze come tratti caratterizzanti il nostro vivere quotidiano. Anche quest'anno ci riproviamo, insieme ad altri compagni di strada che nel frattempo si sono aggregati. Siamo convinti che ci ritroveremo ancora in tanti nelle strade, nei momenti di festa, agli incontri e nei momenti di confronto".
Il primo appuntamento è in calendario già per oggi, giovedì 13 maggio, con l'iniziativa L'appetito vien guardando, abbinamento di spettacolo cinematografico e cena al prezzo di20 euro (in collaborazione con Cinema Moderno e Usteria de San Bassan: per la cena è necessario la prenotazione al numero 0371/422400; l'iniziativa verrà replicata il 27 maggio, il 3, il 10 ed il 17 giugno).
Gli altri appuntamenti di questa settimana sono in programma sabato 15 maggio (Spazio Futuro: ludoteca per bambini e corsi di italiano per stranieri, dalle 10.00 alle 12.00 presso l'ex Asilo Garibaldi di via Vistarini) e domenica 16 maggio (Brunch alla Comunità Riabilitativa di via Mosé Bianchi lettura dei quotidiani egastronomia accompagnati dalle note del duo di violoncelli Largo Panizza, in collaborazine con il Dipartimento di Salute Mentale dell'Azienda Ospedaliera di Lodi e l'Associazione Psiche Lombardia).
Oltre alle realtà che costituiscono l'Associazione Viviamo Insieme il Nostro Quartiere-Porta d'Adda Onlus, all'iniziativa aderiscono Num del Burgh, Pische Lombardia, Cinema Moderno, Comunità Islamica di Lodi, Dipartimento di Salute Mentale dell'Azienda Ospedaliera di Lodi, Legambiente, Parrocchio Borgo-Maddalena, Spinning Club Italia, Usteria de San Bassan Cooperativa Sociale Il Mosaico). Si ringraziano per il sostegno Armando e Mariarosa, Fondazione Antonio Taramelli, L'Erbolario, Rizzi Gioielli.
(13-05-2010)