1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Evento meteorologico avverso 12 agosto:conclusa la procedura di raccolta schede danni

Quantificazione dei danni segnalati al Comune tramite procedura regionale Ra.S.Da, a seguito dell’evento meteorologico avverso di lunedì 12 agosto

Sono una cinquantina le segnalazioni di danni pervenute agli Uffici comunali, in seguito agli intensi eventi metereologici che si sono verificati in città lunedì 12 agosto. 
Secondo quanto previsto dal sistema Ra.S.Da (Raccolta Schede Danni) di Regione Lombardia il Comune di Lodi ha pubblicato sul proprio sito istituzionale il modulo con il quale i cittadini hanno potuto segnalare i danni causati dal maltempo ai beni immobili di proprietà. 
I 45 moduli ricevuti dal Comune hanno evidenziato danni per un ammontare di oltre 900.000 euro, subiti sia da immobili a uso abitativo sia da strutture produttive, ai quali si aggiungono 34.000 euro per il danneggiamento di strutture pubbliche. Le schede di sintesi delle segnalazioni raccolte sul territorio, elaborate dai tecnici comunali, daranno modo agli Uffici regionali competenti di valutare di definire la portata del fenomeno e valutarne la gravità.
La conseguente classificazione sarà funzionale all’erogazione dei contributi e dei risarcimenti, secondo i criteri di ammissibilità previsti dalla Delibera di Giunta Regionale n. 8/8755.

Lodi, 20 agosto 2019

Evento metereologico avverso di lunedì 12 agosto: i moduli per segnalare i danni subiti devono essere compilati e consegnati al Comune di Lodi entro le ore 10 di lunedì 19 agosto

Il Comune di Lodi ha attivato il sistema RASDA (Raccolta schede danni) che consente agli Enti locali di segnalare a Regione Lombardia i danni al settore pubblico e privato e le spese di prima emergenza conseguenti ad eventi calamitosi naturali. 
I cittadini di Lodi che, in seguito all'evento atmosferico avverso verificatosi lunedì 12 agosto hanno subìto danni, sono quindi invitati a segnalarli al Comune di Lodi, su apposito modulo disponibile sul sito istituzionale dell'Ente oppure presso gli uffici comunali (portineria P.zza Mercato n.5).
"Il sistema sistema RASDA - spiega il Sindaco Sara Casanova - consentirà alla Regione di produrre una stima generica di tutti i danni subiti dal territorio: è un passaggio preliminare indispensabile per valutare la possibilità di risarcimenti. Il Comune di Lodi, dopo quanto accaduto lunedì, ha immediatamente richiesto a Regione le autorizzazioni necessarie per consentire all’Ente e ai privati di segnalare entro lunedì 19 agosto i danni subiti e le spese sostenute per la prima emergenza. Tale richiesta di autorizzazioni si è resa necessaria in quanto da almeno 10 anni il Comune non inseriva istanze su questo applicativo di Regione Lombardia. Nel loro stesso interesse, invito i cittadini a consegnare una documentazione il più precisa e completa possibile, comprensiva di perizie tecniche, materiale fotografico e preventivi. Il tempo a disposizione è ridotto, quindi invito tutti a diffondere e dare massima visibilità all'opportunità offerta da Regione. Approfitto di questa circostanza per ringraziare i vigili del fuoco, le forze di Polizia, i dipendenti dell'Ufficio tecnico del Comune di Lodi, la Polizia locale e la protezione civile che hanno fatto fronte all'emergenza con un lavoro straordinario. Un ringraziamento particolare va anche al sindaco Tonani e agli uomini e alle donne della protezione civile di Brembio che ci hanno aiutato". Le segnalazioni per accedere alla procedura Rasda dovranno pervenire in Comune entro le 10.00 del 19 agosto. E' possibile inoltrare via email i moduli di segnalazione danni al seguente indirizzo: roberto.munari@comune.lodi.it, oppure consegnarli a mano all’Ufficio protocollo del Comune di Lodi – Piazza Mercato n. 5  (orari apertura: lunedì 8.30 - 12.00; 13.30 - 17.45; martedì 8.30 - 12.00;  mercoledì 9.00 - 17.45, orario continuato; giovedì di Ferragosto chiuso; venerdì 8.30 - 12.00;  sabato chiusura).

Lodi, 14 agosto 2019

AVVISO

Modulo per richiesta calamità dovuta ad avverse condizioni climatiche di lunedì 12 agosto

Si invitano coloro che, in seguito agli eventi atmosferici verificatisi lunedì 12 agosto 2019, a LODI, abbiano subìto danni imputabili ai predetti eventi a segnalarli al Comune di LODI, su apposito modulo disponibile in allegato a questa pagina oppure presso gli uffici comunali (portineria P.zza Mercato).

Il modulo può anche essere inoltrato via email al seguente indirizzo: roberto.munari@comune.lodi.it, oppure consegnato a mano all’Ufficio protocollo del Comune di Lodi – Piazza Mercato n. 5. 

Si precisa sin da ora che il presente avviso è finalizzato alla ricognizione dei danni accaduti al fine di istruire la richiesta di calamità naturale che il Comune di LODI inoltrerà agli Enti superiori e che il modulo deve essere inviato o consegnato entro le ore 10:00 di lunedì 19 Agosto.
Orari Ufficio Protocollo Lunedì: 8.30 - 12.00; 13.30 - 17.45; Martedì: 8.30 - 12.00;  Mercoledì: 9.00 - 17.45; mercoledì del cittadino, orario continuato Giovedì: Ferragosto - chiuso; Venerdì: 8.30 - 12.00;  Sabato: CHIUSURA)

 
 

Nota - D.g.r. 22 dicembre 2008 - n. 8/8755

Determinazioni in merito alla gestione della post-emergenza e all'assegnazione dei contributi (art. 2, comma 1, lettera b), l. 225/1992) 2.7. Contributi per danni conseguenti ad eventi di livello b) - Regionale.

SETTORE PRIVATO
Regione Lombardia riconosce contributi, fatta salva la disponibilità` a bilancio di risorse finanziarie, solo per gli immobili distrutti o di cui risulti gravemente compromessa la stabilita` strutturale e funzionale in conseguenza del danno subito. L’immobile in questione deve costituire abitazione principale del proprietario, che vi risiede. Si rimanda all'allegato A relativamente ai limiti e alle condizioni previste per l’erogazione del contributo. 

Si ricorda che i soggetti privati non possono presentare domanda di contributo se non e` stata trasmessa dal Comune, nei tempi e modi previsti, l'allegato A relativo all'evento. 
Non sono previsti contributi per beni mobili, ancorché´ registrati, e per attività produttive.

Allegato A


Criteri di ammissibilita` e condizioni per l’erogazione
di contributi a soggetti privati colpiti da eventi
calamitosi naturali dichiarati di livello b)
ai sensi dell’art. 2, comma 1, l. 225/1992

Beni non ammissibili a contributo
Sono esclusi dal contributo i danni:
– a beni mobili anche se registrati;
– di importo inferiore a C 5.000,00 (franchigia);
– a opere di recinzione e difesa (muri, cancellate, ecc.);
– alle pertinenze (es. box, cantina, garage, ecc.) che non risultino
strutturalmente connesse all’unita` immobiliare;
– a immobili o porzioni di immobili realizzati in difformita`
alle disposizioni urbanistiche ed edilizie, ove tale difformita`
comporti variazioni essenziali ai sensi della l. 28/02/1985
n. 47 e successive modifiche e integrazioni, salvo che sia intervenuta
sanatoria;
– ad immobili o porzioni di immobili realizzati in difformita`
alle disposizioni ed ai vincoli previsti dal r.d. 25 luglio 1904
n. 523;
– ad unita` immobiliari adibite ad abitazione principale non
censite al nuovo catasto edilizio urbano o per le quali non
sia stata presentata nei termini di legge apposita domanda
di accatastamento