1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

14^ Rassegna di Concerti e Itinerari Musicali

Concerti Aperitivo con visita al Museo degli Strumenti Musicali - Edizione 2019

La  quattordicesima edizione per i Concerti Aperitivo in Accademia prevede come per le precedenti edizioni otto appuntamenti musicali, da sabato 26 gennaio al sabato 11 maggio, presso la sala concerti dell'Accademia Gerundia di Lodi. 
A cura del maestro Matteo Cremonesi, direttore artistico della Gerundia, saranno proposti concerti con artisti e formazioni note al fedele pubblico ed altre nuove proposte. 

 
 

Sesto appuntamento:
Sabato 6 aprile 2019, ore 17.45 all'Accademia Gerundia 
Chitarra classica 
Giovani concertisti interpretano classici d'autore
Direzione M°. Guido Scano


----------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Quinto appuntamento: 
Sabato 23 marzo, ore 17.45, all'Accademia Gerundia
Il belcanto tra opera e operetta
Adrian Page, baritono
Chiara Passudetti, soprano
Mario Genesi, pianoforte

Queste alcune arie operistiche e brani tratti da operette: dal Don Giovanni di Mozart “Là ci darem la mano” - dalla Traviata “Madamigella Valery ….. pura siccome un angelo” - da Gianni Schicchi di Puccini “O mio babbino caro” - da La Bohème “Mi chiamano Mimì” -  dalla Adriana Lecouvrer “ Io sono l’umile ancella” - dalla La Bohème “Valzer di Musetta Quando m’en vò” - Carlo Lombardo/Virgilio Ranzato - Introduzione strumentale Atto I  da "CIN-CI LA’ ".

CHIARA PASSUDETTI - Soprano lirico 
Inizia la sua carriera fin da piccola esibendosi in gruppi corali di voci bianche e corista stabile del Coro Teatro Verdi di Padova con l’Associazione Musicale Club Ignoranti. Continua la sua formazione studiando polifonia corale con i Maestri R. Biasin e G. Mazzucato. Nel 2001 ritorna  quale artista stabile del Coro Lirico Teatro Verdi di Padova e da qui inizia la sua carriera lirica. Studia canto lirico solistico con il Mezzosoprano Chiara Angella e il Baritono Silvio Zanon dell’Accademia di Canto Progetto Voce riscuotendo grande successo quale interprete di grande comunicazione. Al suo attivo ci sono numerosissime esibizioni nei teatri e Cattedrali Italiani come Teatro Filarmonico di Verona, Duomo di Padova, Duomo di Amalfi, Teatro la Rosa di Pontremoli, e all’estero nel Duomo di Zagabria, Teatro della Citta Perduta a Pechino. Oggi si esibisce anche per molte Associazioni benefiche per raccolta fondi donando il suo Talento. Oltre alla carriera solistica si dedica con passione a indirizzare gruppi corali alla corretta vocalità ottenendo soddisfacenti riscontri e apprezzamenti. Dai recenti concerti tenuti in Italia e Germania sta ottenendo sempre più consensi come” Soprano con grande espressione interpretativa”. Recentemente si è esibita alla Sala Maffeiana del Teatro Filamonico di Verona con repertorio di F. P. Tosti riscuotendo conferma del suo talento espressivo.

MARIO GIUSEPPE GENESI  pianista 
Pianista Organista titolare della basilica di Sant' Eufemia al Corpo di Piacenza, Mario Genesi ha collaborato come "pianista accompagnatore" alla classe di Arte Scenica del Conservatorio Statale di Musica di Piacenza "G. Nicolini", (docenti di canto: Lucetta Bizzi ed Eugenia Ratti), rientrando come commissario esaminatore nelle sessioni finali d'esame. Co-fondatore della sezione di Canto Lirico (assieme al M° Pietro Farina) all' Interno di numerose edizioni del Concorso Internazionale Strumentale e Vocale "Città di Lodi", ha tenuto concerti in Portogallo (al Conservatorio Pedro Nunez di Oporto ), in Francia (a Parigi alla Salla Cortot; all' auditorium dell' Université Paris II Sourbonne; alla Eglise des Billettes; alla Chapelle Conflans; alla presigiosa Sante -Chapelle nel Palais de Justice; all' Associazione Le Petit Prince;ecc.) Italia e Giappone (a Naha, Isola di Okinawa).
Uno di questi concerti era "L' Addio a Parigi" del celebre mezzosoprano triestino Fedora Barbieri, che eseguì passi dal "Falstaff"  di Giuseppe Verdi assieme al baritono venezuelano Juan-Carlos Morales, manifestazione di cui esiste un video "live".
Fra i suoi prossimi impegni: un recital monograficamente imperniato su musiche di Gaetano Donizetti a Bergamo (nel Palazzo dell' Ex- Conservatorio, ora Casa Donizetti); la ri-esecuzione della sua versione del "Laudario di Bobbio" tratto dal Codice dei Monaci di Santa Giustina di Bobbio (Diocesi di Piacenza-Bobbio), un codice antifonario trecentesco ora conservato all' Università di Torino  da lui trascritto per organo e voce lirica assieme al soprano lirico Emanuela Moreschi; la partecipazione a Lisbona (Portogallo) al Convegno Internazionale "ANIMUS" con un intervento sulle musiche organistiche inedite dell' area lodigiana; la stesura di un contributo musicologico imperniato sulla Cantata inedita in un unico atto su  libretto di Pietro Trapassi detto "Il Metastasio" intitolata "Il Sogno di Scipione" dell' operista piacentino Giuseppe Nicolini (1795 c.ca), rientrante in un più ampio progetto di rivalutazione delle musiche dell' epoca neoclassica e proto-romantica del territorio piacentino.

ADRIAN PAGE - Baritono
Adrian Page è un baritono di origini francesi. E' avviato allo studio del  Canto Lirico da Louis Mathieu al Conservatorio di Chambery, trasferendosi successsivamente al Conservatorio "L. Campiani "di Mantova sotto la guida dei docenti Gabriele Monici (+) e Roberto Scaltriti, seguito dai quali consegue il Diploma in Canto Lirico Ramo cantanti.  
Da allora collabora con teatri lirici sia italiani e francesi sia in ruoli di comprimariato che come con le relative formazioni corali nelle seguenti produzioni: "Il Barbiere di Siviglia" (Un Uffiziale-Teatro di Como, produzione ASLICO, 2011), "Il barbiere di Siviglia" (Fiorello-edizione del 2012), "Rigoletto" (Un Usciere-Teatro "A. Ponchielli" Cremona; Teatro Grande, Brescia, ecc.), ecc.
Fra le produzioni e collaborazioni corali si ricordano: "Nabucco" (Teatro Comunale di Modena, dir. Aldo  Sisillo); "Turandot" (Tolosa, 2015, dir. Daniel Baremboim); "Il Furioso all' Isola di Santo Domingo" di Gaetano Donizetti (Piacenza, Teatro Municipale); "Simon Boccanegra" di Giuseppe Verdi, "La Juive" di Fromental Halévy (Grand Théatre de Lyon-2016), "Don Carlos" e "Giovanna D' Arco" di G. Verdi (Teatro Regio di Parma, dir. Daniel Oren), ecc.
Ha tenuto concerti in varie città: a Chambery, Salle Espace Malraux (Manifestazioni di Gemellaggio Italo-Francesi); Piacenza,  Chiesa medievale di Sant' Eufemia, assieme al soprano nipponico Kumiko Kubota. 
Assieme al pianista M° Genesi ha tenuto nel recente 2018 il concerto cameristico inaugurale della Stagione Cameristica di Jesi, presso la prestigiosa sede del Circolo Cittadino (uno scenografico salone panoramico a picco su una serie di campi da tennis) con un programma di brani francesi imperniato sulla figura di Cervantes ed il suo "Don Chisciotte della Mancha"; ed inoltre, sempre in duo con Genesi, un concerto monograficamente imperniato sulle liriche da camera inedite abbinato alle musiche pianistiche giovanili ineseguite di Gaetano Donizetti, tenutosi in Città Alta a Bergamo, nella Sala dell' Ex- Conservatorio di Via Arena nell' ambito delle "Giornate della Musica Bergamasche" (manifestazione che ha registrato il "tutto-esaurito"). Ha recentemente eseguito la prima assoluta del mottetto sacro "Nunc dimittis servum tuum"/Canticum Simeonis composto da M. Genesi nella Chiesa di San Giorgino in Sopramuro di Piacenza durante una cerimonia dell' Ordine dei Cavalieri Templari (presieduto dal conte Carlo Emanuele Manfredi), brano che è stato replicato anche nella Cappella Interna del Sacro Cuore durante il concerto di chiusura dell' Anno di celebrazioni per la fondazione dell' Ordine monastico femminile delle Figlie del Buon Pastore di Piacenza, nell' omonimo convento, tenutosi nel gennaio 2019.
Risultato idoneo in due ultime audizioni operistiche a cui si sia al Teatro dell' opera di Ancona (dove è in fase di chiamata, una volta prescelto il nuovo titolo operistico allestendo) che a Modena, il M° Page è oggi impegnato (ruolo di "Artista del coro baritono e di Armigero") nelle numerose ed impegnative recite dell'opera verista di Umberto Giordano in 4 atti "Andrea Chénier", le cui recite iniziate in marzo 2019 termineranno a fine aprile, toccando i teatri di Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Ravenna, Modena, Ferrara , ecc. sotto la direzione di prestigiosi direttore d'orchestra, in primis il M° Aldo Sisillo. Proprio in questa produzione di "Andrea Chenier", il successo di pubblico e di critica è stato unanimemente riconosciuto alla massa dell' elemento corale. 

Ingresso a offerta libera con inizio alle ore 17.45. posti limitati in sala, consigliata la prenotazione.

 Alle ore 19.00 è previsto un aperitivo con visita gratuita al Museo degli Strumenti Musicali e della Musica.

(13/03/2019)


gerundia programma