1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Tavolo di confronto tra l’amministrazione comunale e le organizzazioni sindacali

Primo tavolo di confronto tra l’amministrazione comunale di Lodi e le organizzazioni Sindacali Cgil, Cisl e Uil confederali territoriali e le organizzazioni sindacali dei pensionati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil per arrivare a un’intesa sulle politiche socio-assistenziali e fiscali.

Il sindaco Sara Casanova e l’assessore alle Politiche sociali e Politiche per la famiglia Sueellen Belloni si sono resi disponibili alla stipula di un accordo, partendo dall’analisi del bilancio di previsione che il 27 febbraio verrà presentato in consiglio comunale.

Abbiamo scelto di continuare a garantire i servizi che riteniamo essenziali per tutti i cittadini, famiglie, anziani, disabili”, ha dichiarato l’assessore Belloni.
Promuovere le politiche di conciliazione famiglia-lavoro, riproporre la misura regionale nidi gratis e investire sulla manutenzione degli asili comunali, rilanciare realtà come il Condominio solidale di Lodi, sfruttare i fondi regionali per l’abbattimento delle barriere architettoniche sono alcuni degli obbiettivi che la giunta si prefigge di raggiungere. Con la Rete territoriale antiviolenza di Lodi si stanno sviluppando progetti, sostenuti da finanziamenti ministeriali e regionali, volti a contrastare la violenza di genere. In accordo con l’Ufficio di Piano e insieme alle amministrazioni dell’ambito territoriale, il Comune di Lodi sta inoltre lavorando come ente capofila alla stesura del nuovo Piano di zona territoriale. I sindacati da un lato hanno convenuto sulla continuità dei progetti messi in campo per il sociale e dall’altro hanno chiesto l’impegno dell’amministrazione a valutare per il futuro alcune agevolazioni fiscali per le strutture socio-assistenziali."

Il sindaco Casanova si è dimostrato disponibile ad ascoltare le richieste dei sindacati: “Siamo pronti al dialogo sui temi che ci sono stati portati all’attenzione, anche se, prima di poterci muovere in qualunque direzione, occorrerà recuperare gli insoluti che questo Comune non ha riscosso in precedenza”.

(16/2/2018)
 

foto dell'incontro