1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

"Aspettando Godot" al Teatro alle Vigne

Per la stagione di "Teatro per le Scuole - Scuole medie e superiori" del Teatro alle Vigne, il Comune di Lodi propone "Aspettando Godot", che si tiene giovedĂŹ 1 e venerdĂŹ 2 marzo 2018 presso il Teatro alle Vigne, in via Cavour 66.

EtĂ : 14 - 18 anni
Ingresso: 8 euro

Abbonamenti: 3 spettacoli 18 euro

Per maggiori informazioni:
Teatro alle Vigne
Tel. 0371 409.855
Fax: 0371 409.499
Mirella Mijovic 3479049904 
e-mail: teatroallevigne.programmazione@comune.lodi.it
 
 

 
 

“VLADIMIRO: Allora andiamo?
ESTRAGONE: Andiamo.
Non si muovono.”

Su una nuda strada, nel mezzo del nulla, due amici stanchi del mondo aspettano l’arrivo del misterioso Godot. E mentre aspettano, speculano, bisticciano, scherzano e riflettono sulle più grandi questioni della vita. Quando inizia a calare il crepuscolo, qualcuno sembra apparire all’orizzonte...
In Godot si è istintivamente tentati di riconoscere il simbolo di qualcosa di preciso: Dio, il destino, la morte, la felicità. Ma sapere chi è Godot è assolutamente irrilevante; lo stesso autore rivelò: “se avessi saputo chi è Godot l’avrei scritto nel copione”. In realtà, il cuore del capolavoro di Beckett sta proprio nell’attesa: l’attesa di Vladimiro ed Estragone è l’Attesa con la A maiuscola, la sintesi di tutte le attese possibili.
“Aspettando Godot” è costruito con un meccanismo comico (o meglio tragicomico) perfetto: Vladimiro ed Estragone sono due clown che conquistano il cuore e la mente del pubblico con un umorismo irresistibile. Allo spettatore può spesso sembrare di assistere a una gag di Charlot. A differenza di Charlie Chaplin, Beckett spinge l’azione scenica sul piano metafisico, ma l’urto comico è lo stesso e proprio la risata si fa veicolo della domanda che permea tutto lo spettacolo: “Siamo davvero tutti in attesa, proiettati in avanti e al tempo stesso immobilizzati?”

 
immagine dello spettacolo