1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Blocco veicoli inquinanti, la nuova ordinanza

Limitazioni in vigore dal 17/10/2016 al 15/4/2017

Scatterà lunedì 17 ottobre e si protrarrà sino al 15 aprile 2017 il blocco della circolazione dei veicoli maggiormente inquinanti disposto dalla Regione Lombardia per gli agglomerati urbani di Milano, Brescia, Bergamo, Como Lecco e Varese e per i capoluoghi di Provincia della bassa pianura padana (Lodi, Pavia, Cremona e Mantova), unitamente ai Comuni delle rispettive cinture (per Lodi si tratta di Boffalora d’Adda, Cornegliano Laudense, Corte Palasio, Lodi Vecchio, Montanaso Lombardo, San Martino in Strada e Tavazzano con Villavesco). Le limitazioni alla circolazione, finalizzate alla riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera ed al miglioramento della qualità dell'aria, saranno in vigore dal lunedì al venerdì, dalle 07.30 alle 19.30, per i seguenti mezzi:

  • autoveicoli ad accensione comandata (benzina) non omologati ai sensi della direttiva 91/441/CEE e successive (veicoli detti “Euro 0 benzina”);
  • autoveicoli ad accensione spontanea (diesel) omologati ai sensi della direttiva 91/542/CEE, o 96/1/CEE, riga B, oppure omologati ai sensi delle direttive da 94/12/CEE a 96/69/CE ovvero 98/77/CE (veicoli detti “Euro 0, Euro 1, Euro 2 diesel”).


Da quest’anno, il divieto di circolazione è inoltre esteso ai motocicli e ciclomotori a due tempi di classe Euro 1; confermato poi il blocco permanente della circolazione (0/24 dal lunedì alla domenica) per i motoveicoli e i ciclomotori a due tempi di classe Euro 0.

In base ad un protocollo di collaborazione tra Anci Lombardia e Agenzia Regionale per la protezione dell’Ambiente, le misure di contenimento dell’inquinamento atmosferico prevedono per il 2016-2017 limitazioni aggiuntive a quelle sopra descritte, nel caso in cui si verifichino particolari condizioni di peggioramento della qualità dell’aria.
Tali limitazioni sono distinte in 1° livello e 2° livello.
La condizione di 1° livello si verifica al raggiungimento di una serie di 7 giorni consecutivi di superamento della soglia di 50 microgrammi per metrocubo di Pm10 e comporta dal 9° giorno dal primo superamento l’estensione a sabato, domenica e festivi infrasettimanali del blocco 07.30-19.30 per i veicoli Euro 0 benzina ed Euro 0, Euro 1 ed Euro 2 diesel, nonché l’attivazione del blocco dei veicoli Euro 3 diesel privati nella fascia oraria 09.00-17.00 e dei veicoli Euro 3 diesel commerciali nella fascia oraria 07.30-09.30.
La condizione di 2° livello si verifica invece al raggiungimento di una serie di 7 giorni consecutivi di superamento della soglia di 70 microgrammi per metrocubo e comporta dal 9° giorno dal primo superamento l’estensione della fascia oraria di fermo dei veicoli Euro 3 diesel, che per i veicoli privati diventa 07.30-19.30 e per i veicoli commerciali 07.30-09.30 e 18.00-19.30. Le misure di 1° e di 2° livello vengono revocate a seguito di due giorni consecutivi di rientro delle concentrazioni in atmosfera del Pm10 nei limiti stabiliti per i due livelli (rispettivamente 50 mg/mc e 70 mg/mc); la revoca (ed il conseguente ripristino del regime ordinario di limitazione al transito dei veicoli maggiorente inquinanti) decorre dal 4° giorno successivo al rientro della concentrazione di Pm10 nei limiti, previa conferma del dato il 3° giorno a cura di Regione Lombardia.

Il fermo si applica su tutti i tratti stradali ricadenti all'interno delle zone indicate nell’ordinanza (cfr. in allegato), comprese le strade provinciali e statali, ad esclusione delle autostrade, delle strade di interesse regionale, dei tratti di collegamento tra queste e le autostrade, degli svincoli delle stesse e dei tratti di collegamento ai parcheggi posti in corrispondenza delle stazioni periferiche dei mezzi pubblici o delle stazioni ferroviarie; in riferimento a quest’ultimo aspetto, a Lodi sarà consentito raggiungere i parcheggi di attestamento ed interscambio di via Grandi (piazzale centro commerciale), piazzale degli Sport (località Faustina) e via Massena (parcheggio Ospedale Maggiore), i primi due connessi con la tangenziale sud ed il terzo con la tangenziale est.

Le disposizioni regionali prevedono inoltre per tutto il territorio lombardo nel periodo dal 15 ottobre al 15 aprile l’obbligo di spegnimento dei motori degli autobus nella fase di stazionamento ai capolinea e dei motori dei veicoli merci durante le fasi di carico/scarico.

(14-10-2016)