1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Ex Cetem, via alla progettazione per la rimozione dell'amianto

Con una delibera di giunta approvata oggi, l’amministrazione comunale ha conferito mandato al dirigente del settore opere pubbliche per l’elaborazione del progetto esecutivo e l’attivazione delle procedure di gara per l’affidamento dei lavori di bonifica dell’amianto presente presso l’area industriale dismessa ex Cetem di corso Mazzini.

Presupposto del provvedimento è l’intenzione del Comune (espressa nella delibera di giunta) di agire in via sostitutiva, per ovviare alle inadempienze della proprietà privata dell’immobile, esercitando successivamente il potere di rivalsa nei confronti della proprietà stessa, ai sensi dell’art. 54 del D.Lgs 267/2000 (Testo Unico degli Enti Locali). Con questo atto si conclude il lungo e impegnativo iter per sbloccare l’intervento di bonifica dell’ex Cetem, la cui situazione di criticità ambientale era emersa nel luglio 2012, quando la proprietà, dietro richiesta del Comune che aveva recepito le segnalazioni dei residenti della zona, aveva presentato la relazione sullo stato di conservazione delle coperture in amianto. I lavori di bonifica, imposti dal Comune con un’ordinanza del luglio 2013 su richiesta dell’Azienda Sanitaria Locale, non sono tuttavia mai stati avviati, a causa di ripetute richieste di proroga da parte della proprietà (la Milanogest Immobiliare Srl), motivate dalla mancanza di sufficienti risorse finanziarie. Nel 2015 il Comune si è quindi attivato per la denuncia della situazione all’autorità giudiziaria ed ha disposto l’elaborazione di uno studio aggiornato sullo stato di conservazione delle coperture dell’ex stabilimento produttivo, da cui era emersa la necessità di procedere a bonifica entro il 2016.

Per quantificare l’impegno economico necessario, è stata promossa una indagine di mercato con procedura ad evidenza pubblica, che ha portato a elaborare una stima di spesa di 150.000 euro per la rimozione e lo smaltimento del materiale contenente amianto. Tale importo costituirà la base di riferimento per la definizione del quadro economico del progetto esecutivo dei lavori di bonifica, la cui copertura è assicurata da un apposito stanziamento di risorse, effettuato nell’ambito della variazione al bilancio di previsione 2016 approvata in consiglio comunale il 19 luglio.

(29-07-2016)