1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Unioni civili

  1. DESCRIZIONE
  2. REQUISITI
  3. MODULISTICA
  4. DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE
  5. MODALITA' DI ACCESSO
  6. TEMPISTICA
  7. COSTI
  8. PER SAPERNE DI PIU'
 
 
 

DESCRIZIONE

Con la legge n.76/2016 è stato introdotto nell'ordinamento dello stato civile italiano l’istituto dell’Unione Civile tra persone maggiorenni dello stesso sesso.
In data 11 febbraio 2017 sono entrati in vigore i decreti legislativi N. 5 -6- 7 , previsti dall'art. 1, c. 28, della stessa legge, pubblicati nella Gazzetta Ufficiale n. 22 del 27 gennaio 2017.
I decreti legislativi contengono la disciplina definitiva dell’esercizio del diritto di costituire un’unione civile.

Procedura
La coppia, formata da due persone maggiorenni dello stesso sesso, può scegliere liberamente il Comune a cui rivolgersi per costituire l’unione civile, indipendentemente dal Comune di residenza.
La Procedura è molto semplice e si svolge nelle seguenti modalità.

Chi intende costituire un’unione civile deve compilare un modulo fissando un appuntamento affinché le parti (o la persona che ha avuto, dalle stesse, speciale incarico), potranno comparire dinanzi all'ufficiale dello stato civile per richiedere la costituzione dell’unione e dichiarare sotto la propria responsabilità di essere in possesso di tutti i requisiti previsti dalla legge. Nel giorno dell’appuntamento l’ufficiale dello stato civile redigerà un processo verbale e fisserà con le parti la data per la costituzione vera e propria dell’unione civile. L’ufficiale dello stato civile eseguirà, entro 30 giorni dalla redazione del processo verbale, tutte le verifiche necessarie per accertare che non sussistano impedimenti alla costituzione dell’unione.
La costituzione dell’unione civile potrà avvenire entro i 180 giorni dal termine delle verifiche da parte dell’ufficiale dello stato civile.

Le parti, nel giorno prescelto, alla presenza di due testimoni, dichiareranno personalmente e congiuntamente di voler costituire l’unione civile all'ufficiale dello stato civile, quest’ultimo redigerà ed iscriverà nel registro di stato civile un atto di costituzione dell’unione civile e lo farà sottoscrivere a tutti gli intervenuti (uniti civilmente, testimoni, ufficiale procedente).

Scelta del cognome comune della coppia
Le coppia ha la facoltà di dichiarare di assumere, per la durata dell’unione civile, un cognome, comune scegliendolo tra i loro cognomi oppure una delle due parti interessate sceglie se anteporre o posporre il cognome comune al proprio cognome di nascita.
Il cognome scelto NON comparirà nelle certificazioni anagrafiche e di stato civile e pertanto non ci sarà variazione del codice fiscale.

Regime patrimoniale
Il regime patrimoniale scelto dalla coppia può essere dichiarato al momento della richiesta di costituzione dell’unione civile. La scelta può essere tra comunione o separazione dei beni con gli stessi effetti legali previsti nel matrimonio. In assenza di scelta esplicita il regime patrimoniale è costituito dalla comunione dei beni. I rapporti patrimoniali tra le parti sono regolati dalla legge dello stato davanti alla cui autorità l’unione è stata costituita.
Le parti possono convenire per iscritto che i loro rapporti patrimoniali sono regolati dalla legge dello Stato di cui almeno una di esse è cittadina o nel quale almeno una di esse risiede.

Matrimonio o Unione civile costituita all'estero
Il matrimonio, o altro istituto analogo, costituito all'estero tra cittadini italiani dello stesso sesso, residenti in Italia produce gli stessi effetti dell’unione civile regolata dalla legge italiana.
La trascrizione in Italia dell’atto estero potrà avvenire o tramite l’autorità consolare italiana dello Stato di celebrazione, oppure consegnando di persona, sempre all'Ufficio di Stato Civile, la copia integrale dell’atto di matrimonio estero o altro istituto analogo, tradotta e legalizzata a norma di legge, affinché venga poi trascritta in back office nel medesimo registro delle unioni civili.

 
 

REQUISITI

Possono chiedere l’unione civile persone dello stesso sesso maggiorenni, sia italiane che straniere, capaci di agire. Non c’è obbligo di residenza nella Città di Lodi.
Gli stranieri dovranno allegare al modulo di richiesta un Nulla Osta alla costituzione dell’unione civile rilasciato dall'Autorità diplomatica\consolare in Italia dello stato estero di cittadinanza.

All'unione civile tra persone dello stesso sesso si  applicano gli articoli 65 e 68, nonché le disposizioni di  cui agli  articoli 119, 120, 123, 125, 126, 127, 128, 129 e 129-bis del codice civile.
Sono cause impeditive per la costituzione dell'unione civile:

  • la sussistenza, per una delle parti, di un vincolo  matrimoniale o di un'unione civile tra persone dello stesso sesso
  • l'interdizione di una delle parti per infermità di mente
  • la sussistenza tra le parti dei rapporti di parentela, affinità ed adozione di cui all'articolo 87, primo comma, del codice civile; non possono altresì contrarre unione civile tra persone dello stesso sesso lo zio e il nipote e la zia e la nipote; si applicano le disposizioni di cui al medesimo  articolo 87
  • la condanna definitiva di un contraente per omicidio consumato o tentato nei confronti di chi sia coniugato o unito civilmente con l'altra parte

La sussistenza di una delle sopra elencate cause impeditive, comporta la nullità dell'unione  civile.

 
 

MODULISTICA

 
 

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE

La richiesta di primo appuntamento è in carta libera e deve essere presentata congiuntamente dagli interessati all’Ufficio Stato Civile nei normali orari di apertura al pubblico.

Nel caso in cui, alla richiesta di primo appuntamento, fosse presente uno solo dei soggetti che intendono unirsi civilmente, alla richiesta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’altro.

 
 

MODALITA' DI ACCESSO

Ufficio di Stato Civile - Ufficio Matrimonio e Unioni Civili
Piazza Mercato n. 7.

 
 

TEMPISTICA

La data e la sala sono scelte dalle parti nel rispetto della normativa comunale già in vigore per i matrimoni. Tali norme si applicano automaticamente alle unioni civili anche in assenza di modifiche esplicite delle delibere e dei regolamenti per effetto dell’art. 1, comma 20 della legge 79/2016. La coppia può richiedere di costituire l’unione civile in luogo già messo a disposizione dai regolamenti comunali vigenti per i matrimoni e alle stesse condizioni.

 
 

COSTI

Marca da bollo da € 16.00.

 
 

PER SAPERNE DI PIU'