1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Diciotto nuove tombe di famiglia al Cimitero Maggiore

Approvato il progetto definitivo, l'investimento comprende la manutenzione straordinaria

Un investimento di 250.000 euro sul bilancio comunale, dei quali oltre 190.000 dedicati alla realizzazione di 18 nuove tombe di famiglia presso il campo 6 e i restanti 60.000 circa impegnati in oneri accessori e opere di manutenzione straordinaria, di cui una parte anche negli altri due cimiteri cittadini.

Si tratta della delibera 164 del 23 dicembre 2015, che la giunta comunale vara a favore del Cimitero Maggiore approvando il progetto definitivo/esecutivo redatto dagli uffici comunali volto alla realizzazione delle tombe di famiglia in tre lotti di terreno situati nella parte estrema nord-ovest rispetto all'ingresso del cimitero.

"Ogni lotto di terreno - afferma l'assessore alle opere pubbliche arch. Sergio Tadi - conterrà 6 tombe, per un totale di 18 tombe, contenenti 8 loculi ciascuna per le salme.  Metteremo a bando la costruzione della struttura, che verrà realizzata nell'interrato ad una profondità del calpestabile di meno 1,85 metri. Tutto quanto, invece, sarà costruito fuori superficie, quindi la parte del monumento funebre vero e proprio, sarà naturalmente appannaggio di chi vorrà acquisire la concessione. A questo proposito, emetteremo un nuovo avviso agli interessati, sempre nei primi mesi del prossimo anno, per la vendita delle tombe di famiglia. In tal senso mi preme sottolineare la volontà esplicita che abbiamo voluto manifestare nell'investire risorse e attenzione per qualificare lo spazio interno al cimitero, venendo incontro così alle numerose richieste giunte dai cittadini quando lanciammo la procedura di attivazione delle prenotazioni nello scorso mese di maggio 2015. 
Tutto ciò, lo sottolineo, in attesa di una rinnovata ipotesi gestionale che consenta finalmente una fruizione migliore del cimitero".


A tal riguardo, all'interno dei lavori previsti circa 8.000 euro sono destinati alla copertura delle cappelle laterali. La progettazione strutturale e i collaudi statici, affidati a professionisti esterni, sono quantificabili in circa 10.500 euro, mentre 4.500 euro vengono destinati alle recinzioni di cantiere.

Nel provvedimento si evince che la quota di 120.000 euro per l'ampliamento e la manutenzione straordinaria del cimitero è finanziata dal comune sul bilancio dell'anno corrente con mezzi propri, mentre gli altri 100.000 euro sono derivanti da oneri di urbanizzazione.  Completano il quadro della copertura finanziaria circa 13.500 euro di avanzo di amministrazione e circa 16.500 euro di oneri.  

Lodi, 29 dicembre 2015