1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Io viaggio nel sole

Sabato 25 luglio 2015
Piazza della Vittoria ore 21.15

Un progetto di Teatro Circo per Lodi al Sole

Comunicato stampa a cura de "Il Laboratorio degli Archetipi"

Esistono svariati modi di trascorrere l'estate, ma se spiaggiarsi al mare per tre mesi è il preferito dai più, passare la bella stagione a lavorare è di gran lunga il meno quotato. Di norma.
Eppure, come per ogni regola, esiste l'eccezione che la conferma: ne è prova il Laboratorio degli Archetipi, che non ha chiuso i battenti con l'arrivo del gran caldo, bensì, carico come sempre d'energia positiva, si è messo all'opera per contribuire anche quest'anno alla felice riuscita della rassegna estiva "Lodi al Sole".

Con la collaborazione del piccolo gruppo di Fili Sospesi e dello SFA/CSE Il Girasole di S. Colombano al Lambro, il Laboratorio degli Archetipi ha ideato un'azione teatrale che, come si evince dal titolo "Io viaggio nel sole'', propone un itinerario immaginario  che ha il suo punto di partenza nella rappresentazione di una  notte infinita agli albori dei tempi e il suo approdo nell'accensione di un  sole ardente la cui luce, questa è la speranza, illuminerà il mondo.

Lo spettacolo avanza con ritmo incalzante sulla trama ricreata  di  leggende e rituali che spaziano tra culture appartenenti a terre lontane: le Americhe, la vecchia Europa, l'Egitto, la Cina, il Giappone. Immagini tramandate nei tempi  si ricompongono   nei  gesti teatrali, nelle azioni circensi, nei giochi illusionistici: tulle sgargianti si trasformano in raggi di sole che nascono dal manto color pece della notte, grazie alla volontà di una ragione superiore; da semplici ombrelli neri sbocciano petali e zampilla acqua fresca: è la terra che gioisce nel vedere la sfera luminosa crescere; il carro di Fetonte, figlio del dio Sole, illumina la notte di Lodi ingaggiando una feroce battaglia con arcieri e guerrieri dalle lance infuocate; una barca incendiata attraversa un mare di lumi: è il sole che squarcia le tenebre delle notti odierne.

Arte, fuoco e cultura danzeranno insieme la sera del 25 luglio sotto il cielo di piazza della Vittoria per raccontare come, in un'epoca in cui a tutto bisogna dare un prezzo e al teatro è stato drasticamente tolto spazio, basti una manciata di ingredienti genuini per regalare a chi guarda un nutrimento per lo spirito  prelibato. Creatività, fantasia, dedizione e studio  uniti insieme per raggiungere l'obbiettivo più grande, la qualità che, secondo Dostoevskij salverà il mondo: la bellezza.

Con Luciano Andena, Anastasia Cavallone, Marco Contrafatto, Paolo Danova, Valentina Montagna, Eugenio Ripari, Adrian Solomon,  Gian Piero e Maria LuisaVaccarini, ospiti dello SFA/CSE Il Girasole del Centro Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli di San Colombano al Lambro, coordinati da Giorgio Bagatta e Laura Peviani, partecipano allo spettacolo Emilio Martinelli, trampoliere, Ines Ambrosini e Andrea Butera, danzatori, Luca Maccagni, coordinatore delle azioni di fuovo, Giovanni Beatrisini, Federico Bonifati, Veronica Cervi, Naira Eldemiri Gomaa, Emanuele Forzani, Alessandra Horj, Ylenia Laino, Sara Menardo, Sorina Mihali, Christopher Owendimma, Chiara Presazzi, Ticon Titov, Veronica Vignati, Marco Visigalli, Monica Vitali, Tahomi Zapata. Accompagnano i testi, scritti da Giannetta Musitelli con le suggestioni di Federico Bonifati e letti dall'attore Marco Pepe, le musiche di Carlo Cialdo Capelli, compositore e musicista.
Figurazioni e oggetti di scena a cura di Sabrina Inzaghi, Luca Maccagni e Giannetta Musitelli.
Ideazione di Giacomo Camuri e Giannetta Musitelli.

(24.07.2015)