1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Lodi entra nella rete dei comuni "amici della famiglia"

Il Comune di Lodi parteciper√† alla Rete dei Comuni Amici della Famiglia, l'iniziativa promossa dalla Federazione Lombarda dei Consultori Familiari di ispirazione cristiana (FeLCeAF) e dal Forum delle Associazioni Familiari della Lombardia, in collaborazione con la Lega delle Autonomie, per favorire lo sviluppo nelle comunit√† locali di buone pratiche, azioni di mutuo aiuto, percorsi di collaborazione, solidariet√† e sostegno reciproco tra le famiglie, in un rapporto di co-progettazione tra le famiglie stesse e le istituzioni locali.
Deliberata nei giorni scorsi dalla giunta su proposta dell'assessore alle politiche sociali Silvana Cesani, l'adesione alla Rete comporter√† anche la partecipazione del Comune di Lodi al progetto della Family Card, una carta per sconti e agevolazioni che si propone come strumento per sostenere il reddito delle famiglie (in particolare quelle numerose) e l'economia di vicinato, la cui attivazione √® in programma per il prossimo aprile.
Condividendo con altri enti locali e con le associazioni dei Comuni e delle famiglie esperienze e buone pratiche, nella consapevolezza che il livello locale di governo √® sempre pi√Ļ spesso il laboratorio e l'incubatore delle scelte innovative capaci di migliorare il benessere delle comunit√†, l'amministrazione comunale pu√≤ esercitare in modo maggiormente efficace il ruolo e la responsabilit√† che la legge gli assegna nella promozione delle famiglie.
Da queste considerazioni √® maturata la convinzione di condividere una piattaforma progettuale tra citt√† che scelgono di costituire una Rete dei Comuni Amici della Famiglia, un'organizzazione che facilita lo scambio di buone pratiche, percorsi di collaborazione progettuale e operativa, soprattutto veri e propri laboratori di cittadinanza attiva.

Per operare, la Rete dei Comuni Amici della Famiglia si avvale dei seguenti strumenti:

  • Tavolo intercomunale della Rete dei Comuni Amici della Famiglia, quale strumento di elaborazione delle politiche con le famiglie, di programmazione e attivazione di progetti innovativi a favore dello sviluppo dell'associazionismo familiare quale partner progettuale.
  • Tavolo comunale delle famiglie in rete, a cui √® affidata la programmazione, il reperimento dei finanziamenti finalizzati alle politiche familiari, la co-progettazione delle buone pratiche da realizzare e sostenere nella comunit√† territoriale.


Aderendo alla Rete, il Comune di Lodi si impegna a:

  • assicurare adeguata e puntuale promozione alla famiglia e alla co-progettazione di interventi innovativi a favore del benessere delle famiglie stesse;
  • eseguire tutti gli atti e le procedure necessarie per avviare il progetto della Rete dei Comuni Amici della Famiglia;
  • partecipare al Tavolo intercomunale al fine di rappresentare le istanze delle famiglie del proprio territorio;
  • promuovere la costituzione e la partecipazione delle organizzazioni rappresentative delle famiglie al Tavolo delle famiglie in rete comunale;
  • promuovere l'attivazione della Family Card;
  • deliberare ogni anno la somma da inserire nel proprio bilancio per sostenere le "Politiche con le Famiglie" da sviluppare e progettare nei Tavoli comunali "Famiglie in rete";
  • partecipare alle attivit√† di ricerca fondi sviluppate attraverso la Rete dei Comuni Amici della Famiglia.

Family Card

La Family Card √® uno strumento per autofinanziare i progetti territoriali di politiche con le famiglie elaborati dai Tavoli Famiglie in rete comunali, secondo le linee annualmente indicate da un apposito Comitato Etico. La Family Card √® destinata soprattutto alle famiglie composte da almeno 5 componenti o famiglie aventi almeno un figlio tra 0-4 anni, alle famiglie con 3 figli e un solo genitore e a quelle impoverite segnalate dai servizi sociali o dalle Caritas dei singoli Comuni aderenti alla Rete. La Family Card alimenter√† inoltre un Fondo sociale che sar√† costituito dal 20% dello sconto pattuito sulla spesa presso le imprese convenzionate e dalle donazioni effettuate da persone fisiche o giuridiche, da contributi sia di soggetti pubblici che privati. Il Fondo sar√† altres√¨ destinato a favorire lo sviluppo dell'associazionismo familiare sul territorio e a sostenere le azioni tese a supportare la rete dei Comuni amici della famiglia. Per attivare a Lodi il sistema Family Card, √® previsto uno stanziamento iniziale di 5.000 euro.

(29-01-2015)