1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Incontro in Comune con i Dirigenti scolastici

Affrontate a 360° le tematiche della scuola

foto della riunione

 
Un nuovo modello di relazioni tra amministrazione comunale e mondo della scuola, basato non solo su un rapporto diretto e costante, ma anche su un'analisi delle esigenze ed una elaborazione delle proposte che oltrepassi la dimensione del singolo istituto e faccia invece riferimento alla rete scolastica della città nel suo complesso, articolata nei 5 istituti comprensivi (infanzia-primaria-secondaria di primo grado) che dal 2013-2014 hanno preso il posto delle precedenti 7 dirigenze, per la gestione di 37 plessi scolastici, 26 dei quali con sede a Lodi.
Il primo atto di questa rinnovata collaborazione tra Comune e scuole si è svolto oggi presso la Sala della Pace di Palazzo Broletto, dove i dirigenti dei 5 istituti comprensivi hanno incontrato il vice sindaco e assessore all'istruzione Simonetta Pozzoli, coadiuvata dal dirigente coordinatore Giuseppe Demuro, dalla funzionaria del settore istruzione Valentina Guidi, dal responsabile dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico, Andrea Bruni, dal geometra Marco Barbati del settore tecnico e dall'ingegner Paolo Brambati, responsabile del settore informatica e rete dati.
 
"Ci siamo presentati con una delegazione particolarmente numerosa proprio per sottolineare il significato della molteplicità delle funzioni con cui l'amministrazione comunale è chiamata a relazionarsi con il mondo della scuola, in un'ottica interdisciplinare - spiega l'assessore Pozzoli - Il confronto, molto costruttivo, si è quindi sviluppato in più direzioni, prendendo in considerazione, per esempio, le tematiche dell'edilizia scolastica, i progetti di educazione civica e stradale per le scolaresche promossi dall'Urp, i contenuti del Piano per il Diritto allo Studio, che anche per il 2013-2014 stanzia risorse per un importo di circa 3 milioni di euro per il finanziamento di servizi come lo scuolabus e la refezione, l'acquisto di libri, l'assistenza ad personam ed il sostegno a progetti per il potenziamento dell'offerta formativa".
 
Per quanto riguarda l'edilizia scolastica, le attenzioni si sono concentrate soprattutto sui piccoli interventi di manutenzione, concordando incontri a periodicità mensile (il primo è in programma per il 14 novembre) per la rilevazione dei bisogni e la definizione di criteri di priorità da assegnare alle varie richieste: in questo contesto, è stato esaminato anche lo stato del collegamento tramite cablaggio dei vari plessi alle reti dati, funzionale in particolare all'attività didattica con lavagne interattive, nonché la dotazione di allarmi antintrusione, argomenti che saranno oggetto di specifici approfondimenti.
Dopo l'inaugurazione della nuova sede della scuola dell'infanzia Giardino di via Gorini, è stata poi confermata nei tempi previsti la riapertura della scuola dell'infanzia Jasmine di via Lago di Como, interessata in questi mesi da un importante intervento di riqualificazione: i piccoli alunni, che in queste prime settimane dell'anno scolastico sono stati ospitati presso il plesso Barzaghi di via San Giacomo, rientreranno in sede lunedì 21 ottobre, mentre la presentazione alla città degli spazi rinnovati di via Lago di Como è in programma per sabato 9 novembre.

In merito al Piano per il Diritto allo Studio, verranno introdotti nuovi criteri per l'assegnazione dei contributi a favore dei progetti di potenziamento didattico:
 
"Sino all'anno scorso - ricorda l'assessore Pozzoli - le risorse erano destinate esclusivamente alla scuola primaria, mentre ora, in un'ottica realmente comprensiva, ne potrà essere riservata una quota anche alla secondaria di primo grado, con l'indicazione di una particolare priorità per i progetti contro la dispersione scolastica e per le iniziative di alfabetizzazione degli alunni di origine straniera".
 
Sempre con i fondi del Piano di Diritto allo Studio verrà poi avviata una sperimentazione per lo svolgimento di corsi di nuoto in orario didattico per i bambini della primaria, cogliendo le opportunità offerte dalla nuova piscina coperta comunale, di cui è imminente l'apertura: per questo primo anno, il plafond disponibile è di 10 ore alla settimana. Sono inoltre state valutate modifiche delle procedure per l'acquisto dei libri di testo da fornire gratuitamente agli scolari: allo scopo di garantire una consegna il più possibile tempestiva, è stato concordato di provare ad anticipare la predisposizione delle cedole al mese di maggio. Infine, l'amministrazione ha invitato gli istituti ad aderire alla campagna antipediculosi che verrà promossa dalle Farmacie Comunali.

(08-10-2013)