1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Casa

  1. Sportello Casa del Comune di Lodi
  2. Sportello Affitto
  3. Progetto FACTOR20
  4. Patto per la Casa
  5. Sportello Casa della Regione Lombardia - Sede di Lodi
  6. Edilizia Residenziale Pubblica
  7. Sportello casa contro il rischio sfratti
  8. Abbattimento canone di locazione per genitori separati o divorziati
  9. Progetti futuri per un nuovo abitare a Lodi
 

Sportello Casa del Comune di Lodi

Lo Sportello Casa, il servizio del Comune che fornisce assistenza nelle pratiche di accesso alle misure di sostegno a favore dell'abitare, √® disponibile ogni mercoled√¨ della settimana (dalle 09.00 alle 13.00 con accesso libero; dalle 14.00 alle 17.00 previo appuntamento da concordare chiamando al numero 0371 409.505).
 

Sportello Affitto

E' stato istituito nel mese di settembre 2012 lo Sportello Affitto, servizio che fornisce informazioni relative alle modalit√† di presentazione delle domande per ottenere l'erogazione di contributi integrativi al pagamento dei canoni di locazione risultanti da contratti d'affitto regolarmente registrati. (Legge 431 del 9/12/1998 e L.R. 2 del 14/01/2000).
 

Progetto FACTOR20

Il progetto FACTOR20 mira a promuovere un approccio integrato per la costruzione di un sistema di contabilizzazione e di programmazione delle politiche energetiche regionali e locali finalizzate al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilit√† stabiliti dall'Unione Europea al 2020.

Il progetto ha l'obiettivo primario di predisporre strumenti di supporto dedicati alla promozione e alla valutazione delle azioni locali per la lotta ai cambiamenti climatici, in modo da poter orientare le politiche regionali e locali nella direzione di misure ad elevata efficacia in rapporto ai costi.

Factor20 prevede una fase di sperimentazione, attraverso il coinvolgimento diretto di diversi Enti Locali, nella quale si promuovono una serie di azioni a livello locale ritenute in coerenza con la pianificazione regionale e caratterizzate da un alto potenziale di replicabilità, attraverso studi di fattibilità.

In Regione Lombardia, Cestec ha lavorato con il Comune di Lodi, assegnando un incarico ad una ESCo per sviluppare uno studio di fattibilità che prevede la creazione di uno strumento finanziario per il sostegno agli interventi di riqualificazione energetica in edifici condominiali.

Il Comune di Lodi ha manifestato, nella primvera del 2012, interesse a sperimentare l'azione sul proprio territorio, data la presenza nel parco edilizio cittadino di diversi edifici condominiali. Nel SEAP della citt√† di Lodi si stima che il 58% dei consumi di energia primaria nel settore residenziale sia attribuibile ad impianti di tipo centralizzato.

A livello regionale, inoltre, la scelta di questa azione guida √® stata dettata da valutazioni riportate nell'analisi del contesto. Infatti in Regione Lombardia il 70% degli edifici accoglie tre o pi√Ļ unit√† immobiliari (di cui il 60% ha 10 o pi√Ļ unit√† immobiliari).
 
Lodi, ottobre 2013
 

Patto per la Casa

La difficile situazione economica e sociale impone un impegno rinnovato e diffuso per la soddisfazione dei bisogni dei cittadini. Per questo motivo Regione Lombardia ha deciso di coinvolgere i protagonisti delle politiche per l'abitare, con l'obiettivo di rinnovare e ottimizzare le proprie modalit√† di intervento.
Si è così inteso avviare, in una logica pienamente sussidiaria, un ripensamento delle politiche per l'abitare, con la partecipazione dell'intero sistema lombardo (pubblico, privato, privato sociale), tradizionalmente attento ai bisogni della persona e della famiglia.
 
In quest'ottica è stato firmato il giorno 2 febbraio 2012 il "Patto per la Casa", accordo quadro proposto dalla Regione Lombardia e sottoscritto da enti locali, Aler e sindacati.
 

Sportello Casa della Regione Lombardia - Sede di Lodi

Inaugurato giovedì 24 maggio 2012, lo "Sportello Casa" è un punto informativo, completamente gratuito, di consulenza e di orientamento per i cittadini in materia di politiche e servizi abitativi. E' possibile trovarvi tutta la documentazione sul tema, tradotta in varie lingue con indicazione dei referenti cui rivolgersi e gli orari di apertura al pubblico.
 
Contatti:
via Haussmann 7
Tel. 0371 458333
Fax 0371 30971
e-mail:  sportellocasalodi@regione.lombardia.it

Orario di apertura al pubblico:
gioved√¨ dalle ore 9.30 alle ore 12.30

Edilizia Residenziale Pubblica

Edilizia Residenziale Pubblica - E.R.P. si riferisce ad abitazioni da assegnare, a condizioni economiche particolarmente favorevoli, a cittadini con redditi bassi o che si trovino in condizioni economiche disagiate e che presentino apposita richiesta.
 

 

Sportello casa contro il rischio sfratti

Lo "Sportello Casa" √® il nuovo servizio attivato dal Comune per fornire assistenza nelle pratiche di accesso alle misure di sostegno a favore delle famiglie a rischio sfratto.
 

Abbattimento canone di locazione per genitori separati o divorziati

Il contributo economico è rivolto ai genitori separati o divorziati con figli, in particolare minori o disabili, ed è finalizzato al sostegno del pagamento del canone annuo di locazione di un immobile.
 

Progetti futuri per un nuovo abitare a Lodi

T9 - San Bernardo

Il "T9-San Bernardo" √® il primo intervento in attuazione delle previsioni del nuovo Piano di Governo del Territorio e riassume simbolicamente tutti i principali elementi qualificanti, in particolare la realizzazione da parte di privati di insediamenti di edilizia residenziale pubblica e sociale, la forte connotazione "verde", nonch√© l'impostazione della viabilit√† di comparto basati su criteri di sostenibilit√†. Si tratta di un'area di 35.600 metri quadrati in localit√† Cavrigo, di propriet√† della societ√† Lodi San Bernardo Srl, di cui circa 15.000 verranno ceduti al Comune (1.369 per interventi di edilizia sociale, 1.847 per marciapiedi, 3.773 per viabilit√† di quartiere, 2.202 per parcheggi pari ad un totale di 191 posti auto e 5.935 adibiti a verde di rispetto e barriera antirumore).
 

T7 - Cascina Codignola e P2 - Campo Marte/Riolo

Ampi spazi verdi, piste ciclabili, limite di 20 chilometri all'ora, elevata efficienza energetica delle costruzioni ed una quota delle superfici edificabili riservata ad alloggi sociali. I nuovi criteri di realizzazione degli insediamenti residenziali introdotti con il Piano di Governo del Territorio (che da agosto 2011 ha sostituito il vecchio Piano Regolatore Generale) verranno prossimamente applicati anche nell'oltre Adda in due ambiti: il T7 (circa 38.000 metri quadrati nei pressi della cascina Codignola) ed il P2 (166.000 metri quadrati tra Campo Marte e Riolo).