1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

18 dicembre, Giornata internazionale per i Migranti

Il Network italiano delle città interculturali, che ha in Reggio Emilia la città capofila, si mobilita per la Campagna sui diritti di cittadinanza "L'Italia sono anch'io".
 
Il 18 dicembre, Giornata internazionale per i Migranti istituita dall'Onu, oltre che a Reggio Emilia, anche nelle città del Network di Lodi, Arezzo, Senigallia (Ancona), Campi Bisenzio (Firenze) e San Giuliano Terme (Pisa), è stata attivata la raccolta firme a sostegno delle due proposte di legge di iniziativa popolare sui diritti di cittadinanza e voto per i cittadini migranti e i loro figli, presentate dal Comitato promotore nazionale della Campagna.
Si tratta di un ulteriore importante contributo a L'Italia sono anch'io, Campagna che vede impegnate sempre più numerose città, con istituzioni, enti, organizzazioni, sindacati e associazioni di volontariato aderenti ai Comitati promotori provinciali, regionali e nazionale.

LE PROPOSTE DI LEGGE E IL COMITATO NAZIONE

Le due proposte di legge di iniziativa popolare sostenute da L'Italia sono anch'io riguardano: la riforma del diritto di cittadinanza introducendo il diritto per i minori nati in Italia e per i minori che arrivano e crescono in Italia, e le norme per il diritto attivo e passivo di partecipazione alle elezioni amministrative per gli stranieri regolarmente residenti da cinque anni.
L'Italia sono anch'io è la Campagna nazionale per i diritti di cittadinanza promossa, nel 150° anniversario dell'unità d'Italia, da 19 organizzazioni della società civile (Acli, Arci, Asgi-Associazione studi giuridici sull'immigrazione, Caritas Italiana, Centro Astalli, Cgil, Cnca-Coordinamento nazionale delle comunità d'accoglienza,  Comitato 1° Marzo, Coordinamento nazionale degli enti locali per la pace e i diritti umani, Emmaus Italia, Fcei - Federazione Chiese Evangeliche In Italia, Fondazione Migrantes, Libera, Lunaria, Il Razzismo Brutta Storia, Rete G2 - Seconde Generazioni, Sei Ugl, Tavola della Pace, Terra del Fuoco) e dall'editore Carlo Feltrinelli. Presidente del Comitato promotore è il sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio.
Scopo della campagna è promuovere, anche attraverso lo strumento delle leggi di iniziativa popolare, l'uguaglianza di diritti tra italiani e stranieri che vivono, studiano e lavorano in Italia, così come sancito dall'articolo 3 della nostra Costituzione.

IL NETWORK ITALIANO DELLE CITTÀ INTERCULTURALI

Il Network è una rete di municipalità tra le più impegnate sui temi del dialogo interculturale, della convivenza, delle politiche per l'integrazione e l'immigrazione; ha l'obiettivo di porsi come luogo di sperimentazione di buone prassi e interlocutore attendibile nei confronti del Governo nazionale.
 
Mercoledì 14 dicembre 2011

Ufficio Stampa del Comune di Reggio nell'Emilia per il Network Italiano delle Città Interculturali