1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Teatro alle Vigne: presentata la nuova stagione

Sarà il Circus Klezmer di Adrìan Schvarzstein (in calendario il 17 ottobre) ad aprire la stagione 2011-2012 del Teatro alle Vigne, che si articolerà complessivamente in 47 appuntamenti, tra prosa (11), cabaret (4), musica (9: 7 concerti e 2 operette), la rassegna domenicale Famiglie a Teatro (8) ed il Teatro Ragazzi (15).
Il programma è stata presentato oggi nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta presso la Sala Rivolta di via Cavour, con la partecipazione del sindaco Lorenzo Guerini, dell'assessore alla cultura Andrea Ferrari, del maestro Paolo Marcarini degli Amici della Musica Augusto Schmidt, di Maria Moretti per gli Amici della Lirica Giuseppina Strepponi e Federico Parenti del Teatro Franco Parenti di Milano (prestigiosa istituzione culturale che dal 2005 presta una preziosa e apprezzata consulenza artistica per le Vigne).

"La stagione che si aprirà tra un mese - ha sottolineato Ferrari - sarà caratterizzata ancora una volta da un'offerta di grande qualità e varietà ed avrà tra i protagonisti figure come quelle (tra le altre) di Franca Valeri, Adriana Asti, Silvio Orlando, Angela Finocchiaro, nonché un Daniel Pennac nell'insolita veste di interprete dell'adattamento di un testo di Melville che sarà recitato in francese e sottotitolato in italiano, dando vita ad una stimolante "sperimentazione" che ci auguriamo potrà suscitare l'interesse del pubblico delle Vigne".
 
Pubblico che negli ultimi anni è stato in costante aumento, raggiungendo l'anno scorso un totale di oltre 15.000 presenze paganti (circa 10.000 delle quali per il Teatro Ragazzi, una formula che sta riscuotendo un successo crescente).

"Da qualche anno - ha ricordato Ferrari - all'apertura della campagna abbonamenti (che per la nuova stagione è fissata per il 4 ottobre) è ormai usuale vedere persone in fila alla biglietteria delle Vigne e tra i singoli spettacoli sono davvero pochi quelli che non fanno registrare il tutto esaurito tra le poco più di 400 poltrone della sala di via Cavour. Si tratta di un indicatore importante della voglia di teatro del pubblico lodigiano, oltre che di un riscontro positivo della qualità delle scelte di programmazione artistica".
 
"Fare in modo che un teatro comunale si confermi anno dopo anno una presenza viva e capace di rinnovarsi nel contesto del panorama culturale della città e del territorio non è uno "sfizio" intellettuale né un discutibile impiego di risorse economiche in un ambito che potrebbe essere considerato non essenziale, soprattutto in una fase di acuta difficoltà come quella che la società italiana, e con essa gli enti locali, sta affrontando - ha osservato il sindaco - Una città ed una comunità si dimostrano vitali e propositive anche grazie all'offerta culturale che riescono ad esprimere, con un investimento economico, organizzativo e di progettualità che risulta sostenibile in misura della partecipazione che riesce a generare, delle collaborazioni e sinergie che si riescono a promuovere tra varie realtà e del coinvolgimento di sponsor privati che garantiscono un generoso e fondamentale contributo".
 
Al miglioramento della qualità della proposta culturale, in questi anni è stato peraltro abbinato un intenso impegno nella riqualificazione delle strutture e dei servizi del teatro: dalla riconversione dell'ex ridotto in moderna sala polifunzionale alla sostituzione di tutte le poltrone e della pavimentazione della platea, dal nuovo impianto di illuminazione artistica della facciata dell'ex chiesa di San Giovanni alle Vigne al restyling di bar e guardaroba.
In attesa del prossimo intervento programmato per il 2012 con la sostituzione dei tendaggi ed il rinnovo di apparati di scena, la stagione alle porte proporrà un'altra novità, dopo quella del servizio di baby sittering sperimentato l'anno scorso: si tratta della prenotazione on line dei biglietti, che sarà attivata dal 4 ottobre sul sito internet www.teatroallevigne.net (per l'acquisto tramite questa modalità, che avverrà su circuitoprotetto, è prevista l'applicazione di una commissione bancaria sino ad un massimo di 0,75 euro per biglietto).

(16-09-2011)
 

Clicca sull'immagine per ingrandirla