1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Inaugurato il nuovo defibrillatore presso l'Ufficio Anagrafe

Inaugurato nella mattinata di lunedì 9 maggio, alle ore 9.30, il nuovo defibrillatore installato presso l'Ufficio Anagrafe del Comune di Lodi e dedicato, nel giorno del suo compleanno, alla memoria dell'indimenticato Vicesindaco Mario Cremonesi, scomparso improvvisamente il 4 ottobre 2010.
 
"Mario Cremonesi - ha ricordato nel suo breve pensiero un commosso Sindaco Lorenzo Guerini - era uomo di poca formalità e tanta sostanza, per cui non vogliamo oggi attardarci nei saluti, bensì ricordare semplicemente gli oltre 5 anni di relazioni umane e di attività politica che con me e le due Giunte Mario ha vissuto. Ringrazio molto, a tal proposito, il Rotary Club di Lodi che ha ideato e sta realizzando questa iniziativa, assai utile in città, con la predisposizione in diverse zone di quindici defibrillatori che possono salvare le vite umane in caso di crisi cardiache. Ringrazio poi il Consiglio comunale che, nella sua totalità di maggioranza ed opposizione, si è trovato assolutamente unito nel sostegno all'iniziaitiva e che stamattina è qui, visibilmente presente in tanti suoi esponenti: a dimostrazione della bontà di uno degli insegnamenti migliori di Mario, quello per cui al di là delle opinioni diverse che si hanno rispetto alla gestione della cosa pubblica, il rispetto reciproco e la necessità di collaborazione sono atteggiamenti indispensabili, che Mario stesso per primo ha testimoniato a tutti noi".
 
E' intervenuto poi il dr. Mario Orlandi, già primario di cardiologia e presidente dell'Assciazione "Amici del cuore", che ha spiegato brevemente il funzionamento dell'attrezzatura, di facile utilizzo anche per i non esperti, benché poi il Rotary stia già formando persone che, nei luoghi dove i defibrillatori vengono installati, avranno la capacità di intervenire con prontezza, più che mai necessaria in questi casi.
 
Lo strumento è stato infine inaugurato tra gli applausi, levando il telo protettivo da parte dei familiari.
 

il sindaco che presenta il progettofoto di gruppo: le autorità e i familiari intervenuti
 
i familiari tolgono il velo al defibrillatoreil  defibrillatore