1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

La Festa dei gemellaggi di Costanza

 Prenderanno il via oggi, alle 18.00, con un ricevimento ufficiale presso la Sala del Concilio di Costanza, le celebrazioni dei gemellaggi che legano la città tedesca a Lodi, alla francese Fontainebleau, l'inglese Richmond upon Thames e la ceca Tabor.
L'iniziativa, intitolata Konstanz accoglie le sue città gemellate, viene promossa nel 50° anniversario del gemellaggio tra Costanza e Fontainebleau.
"Questa ricorrenza - spiega il sindaco di Costanza, Horst Frank - sottolinea mezzo secolo di amicizia tra le città e di pace in Europa, testimoniando la storia di successo dell'Unione Europea, in cui nazioni una volta nemiche sono ora pronte a collaborare attivamente per un futuro migliore. Le varie manifestazioni culturali, sportive, folcloristiche e sociali che fanno parte del programma di questa festa sono state organizzate in stretta collaborazione tra i Comuni delle città gemellate e numerose associazioni e organizzazioni. Ringrazio quindi tutti per la preziosa e costruttiva collaborazione".
"L'amicizia e la cooperazione - osserva il sindaco di Lodi, Lorenzo Guerini - sono i valori fondamentali che rappresentano il significato di un gemellaggio. Lo sosteneva fin dagli anni '50 del secolo scorso anche Jean Bareth, uno dei fondatore del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa, che sottolineava come un gemellaggio sia l'unione di due comunità che cercano di agire insieme partendo da una prospettiva condivisa, per instaurare tra loro legami sempre più stretti di amicizia, sino a giungere ad affrontare insieme anche i problemi, non solo a vivere pur coinvolgenti momenti di festa e celebrazione. Oggi tra le città europee si contano più di 17.000 rapporti di gemellaggio, che per oltre il 75 per cento vedono protagoniste città tedesche, italiane e francesi: è questa l'espressione di una unità e di una identità europea costruita dalla gente comune ed è probabilmente la forma più concreta e visibile di cooperazione tra comunità che vivono queste relazioni con partecipazione ed orgoglio. La storia dei gemellaggi tra le nostre città, che in questi giorni vive un capitolo di straordinaria importanza, lo dimostra chiaramente: dobbiamo allora essere fieri di come i rapporti tra noi siano cresciuti e si siano sviluppati, giorno dopo giorno,  impegnandoci a confermare anche per il futuro la nostra promessa di amicizia e di sostegno reciproco, per costruire davvero l'Europa delle
genti e delle comunità".
Oltre che con una delegazione istituzionale (capeggiata dal sindaco e comprendente anche l'assessore ai gemellaggi Giuliana Cominetti), la città di Lodi parteciperà alle celebrazioni che si svolgeranno sino a domenica 23 maggio con significative testimonianze delle sue espressioni artistiche, culturali e di costume locale. In ordine di programma, domani, sabato 22 maggio, alle 15.00 si terrà l'inaugurazione della mostra Immagini d'arte per Konstanz, dedicata alle opere dell'artista lodigiano Pier Manca: presso la Burgersaal di Stephansplatz, dove avrà luogo l'esposizione, si terrà anche un'esibizione del pianista Dante Vanelli. Sempre domani, alle 19.30 il corteo dei gruppo storici dei rioni di Lodi (Colle Eghezzone, Porta Regale, Sant'Alberto, San Gualtero, più Lodi Vecchio), accompagnato dalla Fanfara e dalla Guardia Storica di Costanza con sbandieratori, sfilerà dalla Fontana degli Imperatori sino a Stephansplatz, dove alle 21.00 si svolgerà un concerto del Coro
Barbarossa. Alle 22.00, sempre in Stephansplatz, verrà quindi proposta, a cura del Club Wasken Boys, una edizione speciale della Cursa dei cavai, con la partecipazione di tutte le città gemellate. Domenica 23 maggio, infine, alle 14.30, presso la Burgersaal, concerto del pianista Dante Vanelli. Tra le decine di eventi che si svolgeranno nel corso delle tre giornate, molti avranno anche carattere sportivo, e tra questi si segnala la ciclopasseggiata tra Bodanruck e Seerucken a cui parteciperà anche il gruppo Cicloamatori di Lodi. La festa dei gemellaggi di Costanza (città che ospitò il XVI concilio ecumenico della cristianità, tra il 1414 ed il 1418) è stata programmata simbolicamente in concomitanza con la Pentecoste, che verrà celebrata con due momento particolarmente suggestivi: sabato, alle 18.00, presso la chiesa della Trinità, con un vespro ecumenico in cui verrà invocato lo Spirito Santo nelle lingue delle cinque città gemellate, nonché nelle lingue della
Bibbia (aramaico e greco), con la partecipazione di fedeli cattolici, evangelici, hussiti, luterani, riformati francesi e valdesi; domenica, alle 10.00, si svolgeranno in contemporanea una Messa solenne presso la cattedrale cattolica di Munsterplatz, con la partecipazione di sacerdoti di Lodi, Fontainebleau e Tabor, ed una funzione ecumenica presso il tempio luterano di Lutherplatz. "Saranno tre giornate ricche di occasioni di incontro tra le nostre comunità, legate da così radicati rapporti di amicizia - afferma il sindaco di Lodi, Lorenzo Guerini - Sono grato alla città di Costanza per la preziosa opportunità che ci viene offerta e cercherò di rappresentare questa gratitudine insieme all'affetto dei lodigiani per i nostri amici di Costanza, con la proverbiale sobrietà ma anche l'altrettanto grande generosità e cordialità che contraddistingue la nostra gente".
(21-05-2010)

Logo delle celebrazioni dei gemellaggi di Costanza
Logo delle celebrazioni dei gemellaggi di Costanza