1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Contributo statale per l'edilizia scolastica

Coinvolgerà anche alcuni istituti di Lodi il piano straordinario nazionale di messa in sicurezza dell'edilizia scolastica di cui ieri il Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) ha sbloccato la prima tranche da 358 milioni di euro, per un totale di 1.700 interventi in tutta Italia, 158 dei quali in Lombardia per un costo di 50 milioni di euro. In particolare, a beneficiare dei finanziamenti statali a fondo perduto saranno la scuola primaria Pezzani di viale Giovanni XXIII, con un contributo di 400.000 euro, e la sede staccata di via X Maggio delle scuola secondaria di primo grado Ada Negri (ex medie Gorini), per un importo di 750.000 euro.
La notizia dell'inserimento dei due progetti (presentati dal Comune di lodi nell'agosto 2009) nell'elenco di quelli ammessi al finanziamento era giunta a Palazzo Broletto mercoledì, con una segnalazione da parte del Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche di Lombardia e Liguria, sulla base di una graduatoria elaborata dall'Anci.
"Lo sblocco di questa prima tranche del piano nazionale per la messa in sicurezza dell'edilizia scolastica era stato concordato a Roma il 29 aprile dalla Conferenza Unificata Stato-Regioni-Enti Locali - spiega il sindaco Lorenzo Guerini, capo delegazione dell'associazione dei Comuni presso la Conferenza - Per rendere effettivo il trasferimento delle risorse mancava solo la delibera di approvazione da parte del Cipe, che è infine giunta ieri, formalizzando l'assegnazione. Si tratta di un risultato indubbiamente molto importante, sia per il Comune di Lodi, che ottiene complessivamente 1.150.000 euro, sia in generale per il sistema delle autonomie locale, che grazie all'impegno di Anci ha ottenuto che le risorse disponibili venissero assegnate direttamente agli enti proprietari degli edifici dove verranno realizzati gli interventi di messa in sicurezza".
Gli interventi saranno disciplinati da apposite convenzioni tra i Comuni interessati e i Provveditorati alle Opere Pubbliche competenti per le rispettive zone di appartenenza, in base alle quali gli enti locali e i Provveditorati collaboreranno alla progettazione, all'appalto, alla direzione dei lavori ed al collaudo delle opere.
"Per quanto riguarda le medie di via X Maggio - informa l'assessore comunale alle opere pubbliche, Enrico Brunetti - l'intervento consisterà nel rifacimento di parte dei rivestimenti e degli infissi e nel potenziamento dei parapetti e di alcune strutture verticali. L'intervento alle primarie Pezzani sarà maggiormente articolato, ed oltre alla manutenzione e sostituzione degli infissi ed al rifacimento degli intonaci esterni comporterà la sistemazione di parte della copertura e di soffitti e controsoffitti ammalorati a causa di infiltrazioni di acqua".
"I finanziamenti accordati dal Cipe - sottolinea il sindaco - si aggiungono a quelli, per un importo di circa 500.000 euro, che il Comune di Lodi aveva ottenuto l'anno scorso nell'ambito di un bando nazionale dell'Inail sulla sicurezza negli edifici scolastici, con progetti relativi agli impianti elettrici ed antincendio delle medie Cazzulani e Don Milani. Sia per i finanziamenti ottenuti dall'Inail che per quelli statali, è giusto sottolineare l'ottimo lavoro svolto dal settore tecnico del Comune, che ha predisposto le schede per la partecipazione ai bandi con grande precisione ed efficienza. E' proprio grazie alla capacità propositiva e progettuale della struttura tecnica e amministrativa che in questi anni il Comune di Lodi è riuscito a ottenere considerevoli risorse dallo Stato e dagli enti sovraterritoriali per finanziare progetti straordinari che altrimenti non avrebbero potuto trovare copertura, a causa delle risapute difficoltà con cui l'intero sistema delle autonomie locali deve confrontarsi per i sempre più rigidi vincoli di spesa imposti dal Patto di Stabilità".
(14-05-2010)