1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Giornata mondiale della poesia 2022

Il Comune di Lodi celebra la ricorrenza con una campagna social e di affissioni “Armiamoci di poesia”

Lunedì 21 marzo è la Giornata mondiale della Poesia, istituita dalla XXX Sessione della Conferenza generale dell’Unesco nel 1999 e celebrata per la prima volta il 21 marzo dell’anno successivo. La ricorrenza, che coincide con il primo giorno di primavera, riconosce alla poesia  un ruolo privilegiato nella promozione della comunicazione e del dialogo tra le culture, superando le barriere linguistiche. 

L’Amministrazione comunale  celebra questa giornata con una campagna social e di affissioni di manifesti (70x100) dal titolo “Armiamoci di poesia”, incentrata sul tema della guerra. Protagonisti i grandi della poesia italiana e mondiale: da Arthur Rimbaud a Taras Shevchenko, da Trilussa a Cesare Pavese, da Wilfred Owen alla lodigiana Ada Negri. Le composizioni verranno esposte lunedì negli spazi cittadini dedicati alle affissioni. Anche i social del Comune renderanno omaggio alla poesia con post pubblicati a partire dalle 8.00 fino alle 22.00.

“Abbiamo scelto convintamente il tema della guerra per condannare ancora una volta l’insensatezza della violenza e della tragedia che sta vivendo il popolo ucraino e per veicolare, attraverso la poesia, un messaggio di pace e di speranza”, spiega il Sindaco Sara Casanova.

“Anche quest’anno il Comune  di Lodi rende omaggio a una delle più alte forme d’espressione dell’uomo, con un’iniziativa che ne esalta la meraviglia, rendendola facilmente accessibile per tutti, e offre anche l’occasione di riflettere sulla poesia come  strumento di dialogo tra i popoli e di pace”, aggiunge l’assessore alla Cultura Lorenzo Maggi.

“La proposta dell’assessorato alla Cultura avviene in sinergia con le Politiche giovanili e le Pari opportunità - conclude l’assessore Giusy Molinari -. Le composizioni parlano infatti anche di giovani e di donne, di affetti spezzati e di come la guerra investa drammaticamente il futuro di tutti”.

Lodi, 20 marzo 2022