1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Una maiolica lodigiana in mostra al Mudec di Milano

Il Comune di Lodi concederĂ  in deposito temporaneo al Museo delle culture (Mudec) l’opera in maiolica “Fontana con coperchio e bacile” realizzata dalla manifattura di Antonio Ferretti nel 1765, 
La richiesta di prestito si inserisce nel contesto di una rivisitazione dell’allestimento della collezione permanente del Mudec dove sarĂ  predisposta una sezione dedicata alle manifatture lombarde di maioliche che imitano le forme e i decori delle porcellane orientali. 
L’esemplare lodigiano, un contenitore d’acqua per il lavaggio delle mani, è la perfetta dimostrazione dell’attrazione settecentesca verso un Oriente idealizzato, molto in auge nel periodo. Un pezzo di notevole interesse che rivela elevata abilitĂ  tecnica e finezza pittorica. Su una base asimmetrica a fiamma, forata per l’inserimento del rubinetto (mancante), si eleva il corpo della fontana, dipinto con una scena marina, il trionfo di Anfitrite, in monocromia turchina, racchiusa in una sontuosa cornice rococò di colore giallo dorato, con festoni di fiori policromi. 
Il coperchio è illustrato da due amorini in volo nell’atto di travasare l’acqua e sulla sommità è modellata una figura di cinese. Sul fondo del bacile, con tesa quadrilobata, è raffigurata una figura femminile che esce dal bagno tra due ancelle.
Il valore assicurativo dell’opera è stato stimato in 100.000 euro per l’intera durata della permanenza (biennio 2021-2023).

“Il prestito accordato al Mudec rappresenta una preziosa occasione per valorizzare e diffondere la conoscenza del ricco patrimonio artistico lodigiano, mentre prosegue l’impegno dell’Amministrazione comunale rivolto alla ricollocazione delle opere del nostro Museo civico, ancora custodite in un caveau e non accessibili al pubblico. Come è noto - dichiara il Sindaco Sara Casanova - abbiamo individuato nell’ex Linificio la sede adatta ad ospitare la nuova sede museale. L’immobile richiede un importante intervento di riqualificazione che vogliamo realizzare per tappe successive. La prima fase progettuale è conclusa e candidata a un bando del Ministero”.

“Ancora una volta Lodi conquista l’apprezzamento e l’interesse di un prestigioso polo espositivo. Negli ultimi anni abbiamo risposto con grande soddisfazione alle richieste delle Gallerie d’Italia di Milano, che hanno accolto il Ritratto della contessa Teresa Zumali Marsili di Francesco Hayez, e del Museo civico di Cremona dove è stato ospitato fino all’inizio di quest’anno il Trittico di San Giuseppe di Callisto Piazza - aggiunge l’assessore alla Cultura Lorenzo Maggi - La circostanza del nuovo prestito è decisamente significativa perché alla manifattura di Ferretti viene riconosciuto un valore emblematico all’interno di una sezione del Mudec ancora allestimento, dedicata alle maioliche lombarde ispirate all’arte orientale, dove potrà essere ammirato anche lo splendido esemplare proveniente dal nostro museo”.

Lodi, 17 agosto 2021